CORNACCHINI COMINCIA OGGI A DISEGNARE LA “SUA NUOVA” VITERBESE

Oggi la partitella in famiglia, con l’aggiunta di alcuni ragazzi della giovanile, per il lavoro di Cornacchini che prosegue, per ridisegnare la “sua nuova” Viterbese.

Sarà così, dopo aver archiviato il secondo allenamento di Cornacchini, sul campo della SaS. Il tecnico ha lavorato insieme a volti noti e collaboratori collaudati, con cui aveva trascorso tanto tempo fin dal ritiro in Toscana. Anche insieme a loro cercherà di avviare la rincorsa verso il suo primo obiettivo: fare bella figura a Pontedera, fare punti e giocare meglio, oltre a schierare i giocatori nel loro ruolo ottimale.

Giò Cornacchini ripartirà anche da quella brutta sconfitta interna contro il Siena, che gli costò la panchina, ma riparte anche da quell’eccezionale avvio di stagione, quello delle prime otto partite del campionato in cui riuscì ad intascare ben diciotto punti in classifica. Una gestione che, prima che si ingarbugliasse, era stata ottimizzata con giocatori al top del girone, come Celiento e Iannarilli, riuscendo a far segnare a Neglia – ad esempio – ben sei delle otto reti in totale messe a segno dallo sgusciante attaccante.

Cornacchini si ritrova in mano gran parte di quel patrimonio, ma anche uomini nuovi, quelli che altre società avrebbero voluto accaparrarsi sul mercato e che finora non hanno trovato spazio a Viterbo.

E sarà sicuramente una Viterbese destinata a cambiare. Sarà una Viterbese che cercherà di trovare posto ai tanti rinforzi arrivati dalla “finestra” invernale. E per non costringere i giocatori ad adattarsi in ruoli non propri – spesso in modo improponibile – è presumibile che Cornacchini cambierà il modulo, quantomeno dalla cintola in su.

error: Content is protected !!