IL CAMPIONATO. Grigi, un pesce d’aprile che non fa ridere!

La più grossa delle sorprese e un gol, quello del vantaggio di Gullit, che sembrava davvero fosse il set di “Scherzi a parte” o di “Pesce d’aprile show”. Dopo un primo tempo equilibrato e combattuto, al 56′ Salvatore Bruno sfrutta un’ingenuità del portiere mandrogno su rimessa dal fondo, il gol dell’1-2 è di Okyere, che al 65′ fa doppietta. Poker dello stesso Bruno al 78′. Finisce 2-4, invasione di campo nei secondi finali. Tatticamente, sorpresa in difesa,  con Barlocco lasciato in panchina e Piana dal 1′ a presidiare la parte sinistra del campo in uno schieramento a tre completato da Piccolo e Sosa, con Celjak esterno destro avanzato. A centrocampo Nicco al fianco di Cazzola, Marras esterno sinistro con Iocolano più accentrato al servizio di Gonzalez e Bocalon. Prima del calcio d’inizio i due capitani, Sosa e Marotta, si scambiano la maglia, un gesto simbolico voluto dalla Lega Pro (e che si ripeterà in tutte le partite fino al termine del campionato) per dire ‘no’ agli episodi di violenza nel calcio italiano. Gesto che probabilmente non servirà assolutamente a nulla: provate a fargliela scambiare di nuovo dopo il gol-beffa di Gullit, ad esempio.  E questa diventa una ghiotta occasione che la Cremonese non può sprecare per rifarsi sotto all’Alessandria, sconfitta 4 a 2 dalla Giana al Moccagatta. Si gioca di sera perchè il Siena non ha voluto anticipare la gara al pomeriggio. Cremonese che parte guardinga cercando di non lasciare campo agli avversari. Contropiede per i grigiorossi arriva al 10′ con Brighenti servito in velocità da Perrulli; l’azione viene però fermata dal fischio dell’arbitro su segnalazione dell’assistente. Qualche dubbio sulla decisione. Tante le novità in formazione per questa 32^ giornata. In campo Redolfi per Ferretti, Porcari al posto di Pesce, Moro per Belingheri e Scappini per Stanco. L’unica novità nel Siena rispetto alle attese è l’inserimento di Panariello come centrale difensivo.

error: Content is protected !!