Sono le due caratteristiche più importanti che hanno permesso alla Viterbese di ottenere due vittorie consecutive, dopo che i Gialloblu ne avevano – invece – perdute tre di seguito.

La situazione, quindi, è leggermente migliorata: non c’è più l’ossessioone di vincere, ma l’obbligo di giocare bene e di provare a ottenere i tre punti, che è una cosa leggermente diversa.

Forse qualche giocatore avrebbe anche avuto bisogno di riposare, ma Puccica non dispone di cambi, in alcune zone del campo. Ed allora tanto vale puntare sulla validità tattica ritrovata, sperando che le energie possano aiutare i Gialloblu in campo contro la scorbutica Pistoiese.

Probabile formazione: VITERBESE (3-4-3): 1 Iannarilli; 31 Celiento, 5 Dierna, 3 Pacciardi; 23 Pandolfi, 27 Cardore, 25 Doninelli,  26 Varutti; 11 Falcone, 14 Jallow, 20 Neglia. A disp.: 22 Pini, 12 Micheli, 2 D’Antonio, 21 Miceli, 15 Chiani, 13 Paolelli, 4 Cruciani, 19 Battista. 25 Sandomenico, 7 Tortolano. All.: Puccica

QUI PISTOIESE. Il tecnico ex Samp e Catania ha in serbo alcuni cambi, sia di modulo che di uomini in campo. Sarà di nuovo 3-5-2 per gli arancioni, con Feola in porta, Colombini, Fissore e Priola in difesa; a centrocampo tornerà dal primo minuto il regista Minotti, affiancato da Benedetti e Hamlili. Sulle corsie esterne agiranno ancora una volta Guglielmotti e Zanon, mentre in avanti spazio a Colombo e Rovini, che sabato scorso ha finalmente ritrovato il gol dopo diversi mesi di digiuno e – i tifosi sperano – anche la necessaria tranquillità mentale.

“Sono passati ad un 3-4-3 – DICE DELLA VITERBESE –  modulo che gli ha dato una giusta quadratura – sottolinea Atzori – reparto più pericoloso? Sicuramente il loro attacco”.

EDIZIONE MAGNUM. Al termine della gara, come al solito, l’EDIZIONE MAGNUM del giornale, con pagelle, foto, commenti e rubriche, oltre alla ormai trazionale COPERTINA. Le COPERTINE più importanti – qualcuna addirittura storica – potrete trovarle nel nostro giornale, nella apposita sezione da selezionale nel menù in alto.

Speriamo di poterne creare un’altra con i protagonisti gialloblu in chiave positiva, come è successo nelle ultime due partite giocate dalla Viterbese con Puccica in panchina.

error: Content is protected !!