Nessuna delle due contendenti avrebbe voluto per nessun motivo perdere una seconda volta di seguito. Ad entrambe avrebbe fatto troppo male, anche se il punticino ha fatto perdere il terzo posto ai Toscani e ha messo la Viterbese nella condizione – male che vada – di arrivare pari merito con il Renate e prendersi il decimo posto con gli scontri diretti favorevoli.

 “Sarà una battaglia” aveva detto Sottili alla vigilia e così non è stato, perché ad un certo punto della ripresa – probabilmente troppo presto – il pallone è sembrato scottare tra i piedi dei giocatori in campo. Quantomeno in gran parte di essi. A quel punto la gara si è – di fatto – bloccata e poco conta che “ai punti” avrebbe vinto la Viterbese, che ha creato molte più occasioni da gol, compreso l’episodio iniziale in cui Solini è entrato su Neglia e su cui i padroni di casa hanno invocato il calcio di rigore.

error: Content is protected !!