GLI AVVERSARI DI TURNO E LA STRANA STORIA…

La società del Prato, avversaria di turno della Viterbese, si è trovata coinvolta in alcuni articoli che hanno raccontato episodi abbastanta pesanti ed in merito ecco il comunicato di Toccafondi, rappresentante del sodalizio laniero.
Con la presente, anche quale legale rappresentante della società A.C. PRATO S.p.A., sono a richiederVi, ai sensi dell´art. 8 della l. n. 47/1948 (c.d. legge sulla stampa), la rettifica delle seguenti notizie errate riportate nell´articolo in oggetto, nei termini di seguito rappresentati.
 
Non corrisponde al vero ed è comunque allusiva l´affermazione – contenuta nel titolo dell´articolo in oggetto “Baby calciatori e partite truccate. La procura federale inguaia il Prato” – che lascia intendere che il provvedimento di chiusura delle indagini della Procura Federale della FIGC riguarderebbe anche addebiti relativi a “partite truccate” disputate dal “Prato” e/o relativi ad ipotesi di “sospette combine” poste in essere dal sottoscritto.
 
Invero, le contestazioni mosse dalla Procura Federale della FIGC nei confronti della A.C. PRATO S.p.A. non riguardano alcuna partita disputata da quest´ultima società e né si riferiscono a presunti illeciti, volti ad alterare il risultato e/o lo svolgimento di gare di tale squadra, commessi dal sottoscritto.
 
Inoltre, con riferimento alla affermazione “baby calciatori” contenuta sempre nel titolo dell´articolo indicato in oggetto, deve altresì rappresentarsi che la società A.C. PRATO S.p.A. ed il sottoscritto dimostreranno la loro totale estraneità ai fatti contestati nelle competenti sedi.
 
Infine, non corrisponde al vero ed è comunque allusiva l´affermazione, contenuta nell´articolo in oggetto, secondo cui “lo spareggio playout fra Prato col Tuttocuoio – su cui pendono diversi sospetti – è invece in esame alla Procura Federale della Lega Pro”. Tale notizia difatti non trova alcun riscontro negli esiti dell´attività di indagine compiuta dalla Procura Federale della FIGC, unico organo con funzioni inquirenti della Federazione, non esistendo come noto anche una “Procura Federale della Lega Pro.
Paolo TOCCAFONDI
error: Content is protected !!