OLBIA-VITERBESE (LIVE) 0-1. VITTORIA CORSARA COL GOL DI CENCIARELLI

1 Iannarilli  
5 Celiento  
26 Atanasov  
13 Sini  
27 De Vito  
14 Baldassin  
4 Cenciarelli  DAL 32′ ST BENEDETTI
25 Di Paolantonio  
30 Mosti  DAL 20′ ST JEFFERSON
9 De Sousa  DAL 20′ ST ZENUNI
17 Bizzotto  DAL 12′ PT BISMARK PER INFORTUNIO
a disposizione                                                                                  
12 Micheli  
22 Pini  
6 Rinaldi  
10 Mendez  
15 Mbaye  
23 Pandolfi  
24 Calderini  
29 Benedetti

I GOL

PRIMO TEMPO

14′ CENCIARELLI (tocco di Mosti per Cenciarelli, il cui tiro vede il portiere avversario maldestramente predisposto e il pallone finisce in rete)

SECONDO TEMPO —————

COSI’ ALL’ANDATA

Viterbese C. – Olbia 1-0  

VITERBESE CASTRENSE (4-3-3): Iannarilli 7; Peverelli 6 Atanasov 6,5 Sini 6,5 Varutti 6; Baldassin 6,5 Cenciarelli 6 (19’ st Sanè 6) Di Paolantonio 6; Vandeputte 6,5 (19’ st Zenuni 6) Razzitti 6 (1’ st Jefferson 6) Tortori 6 (12’ st Mendez sv 38’ st Bismark sv). A disp. Pini, Kabashi, Micheli, Mbaye. All. Sottili 6,5

OLBIA (4-3-2-1): Aresti 6; Pisano 6 Dametto 6 Iotti 6 Cotali 6,5; Biancu 6 (31’ st Murgia sv) Muroni 6 Pennington 6,5; Piredda 6,5 Ragatzu 7 Ogunseye 6,5. A disp. Idrissi, Van der Want, Pinna, Manca, Senesi, Arras, Marongiu, Leverbe. All. Mereu 6

RETI: 46’ pt Vandeputte (VC)

ARBITRO: D’Apice di Arezzo 5
Guardalinee: Guddo e Madonia

AMMONITI: Sini (VC), Biancu, Baldassin (VC),, Varutti (VC), Bismark (VC)

NOTE: spettatori 800 circa, angoli 6-5 per la Viterbese, recuperi pt 1’ st 3’

VITERBO – La Viterbese vince ancora e continua ad avanzare. Agguanta tre punti preziosi, anche soffrendo qualcosa di più del previsto: brilla di meno, anche perché di fronte c’è un’Olbia vivace, che ha lottato su ogni pallone. Sardi sotto la stella di Ragatzu, il quale ha confermato ancora una volta indubbie qualità di palleggiatore e incursore, anche se nel primo tempo ha speso molto, giocando a tutto campo.

Sottili inanella la sua quinta vittoria su cinque nella sua nuova avventura: ha gestito ancora una volta al meglio le risorse a sua disposizione, tenendo conto del fatto che qualche uomo era stanco della gara di Coppa Italia di mercoledì scorso.

La sua squadra ha risposto in campo con i soliti equilibri, magari senza picchi di qualità, ma anche senza rischiare mai ripartenze avversarie, ribaltamenti di fronte, inferiorità numerica a centrocampo.

La partita è stata decisa da un gol allo scadere del minuto di recupero del primo tempo: pallone strappato a centrocampo da Baldassin, allungato in mezzo all’area per Razzitti, sul quale esce Aresti, con il pallone che rimbalza e arriva a Vandeputte, il quale mette dentro con precisione da favorevole occasione.

All’intervallo Sottili effettua la staffetta annunciata: dentro Jefferson per Razzitti e si riparte, anche se l’inizio del secondo tempo è il momento più difficile per la Viterbese, con l’Olbia pericolosa dalle parti di Iannarilli. La determinazione dell’undici gialloblu e la buona tenuta della difesa locale – dove ha inciso positivamente il rientro di Atanasov – hanno consentito di portare fino in fondo il risultato favorevole.

Proprio Iannarilli ha messo la firma sulla vittoria negando all’Olbia (38’) il gol del pareggio, parando sulla linea una conclusione ravvicinata di Pennington, su cui i Sardi hanno invocato il pallone dentro.

Finale nervoso, con tanti cartellini gialli, sotto una direzione di gara che ha lasciato a desiderare: triplice fischio che ha ridato calore alle gente del Rocchi, che ha sfidato il forte vento per essere dell’incontro.

CLAUDIO DI MARCO

COSI’ LO SCORSO ANNO

Olbia-Viterbese 1-2 | 32ª giornata

OLBIA (3-5-2): Ricci, Dametto, Pisano (88′ Ogunseye), Quaranta; Cotali, Pinna, Muroni, Feola, Benedicic (57′ Murgia); Capello (72′ Senesi), Kouko. A disp.: Deiana, Van der Want, Iotti, Geroni, Ogunseye, Tetteh, Bilea. All.: Simone Tiribocchi

VITERBESE (3-4-3): Iannarilli, Pacciardi, Miceli, Celiento; Pandolfi, Cardore, Varutti, Doninelli; Falcone, Jallow, Neglia (76′ Paolelli). A disp.: Pini, D’Antonio, Cruciani, Tortolano, Micheli, Chiani, Battista, Sandomenico. All.: Rosolino Puccica.

ARBITRO: Fabio Natilla di Molfetta coadiuvato dagli assistenti Lillo e Bruni di Brindisi

MARCATORI: 26′ Neglia, 64′ Kouko (O), 85′ Celiento

AMMONITI: Pisano, Pandolfi, Kouko

NOTE: Spettatori 929. Recupero 1′ pt + 2′ st

Non si può gioire. Un’altra giornata infausta, resa grigia da un sortilegio che non ne vuole sapere di spezzarsi. La Viterbese espugna il “Nespoli” vincendo per 2-1 una partita che l’Olbia era riuscita a rimontare con carattere nel corso della ripresa dopo l’inatteso vantaggio ospite al 26′ siglato da Neglia, abile a calciare al volo e indovinare una traiettoria perfetta.

La rete di Kouko al 64′, propiziata da un’invenzione del subentrato Murgia e finalizzata dall’ivoriano con un diagonale preciso, era stato anticipato da una reazione rabbiosa dei bianchi, resisi pericolosi con Muroni in avvio di secondo tempo (destro potente mandato in corner da Iannarilli) e con Pisano, sul quale è straordinario il portiere ospite nello sventare la girata ravvicinata. A pareggio acciuffato gli equilibri e l’inerzia della gara erano sembrati pendere per i bianchi, arrivati a un passo dal vantaggio con Capello: al 70′ lo stacco e il colpo di testa sono perfetti, la mira difetta di qualche centimetro e la palla si stampa sull’incrocio dei pali.

L’Olbia tiene il pallino della gara rendendosi pericolosa ancora con Capello e Senesi, ma all’85′ la doccia gelata: sul corner dalla sinistra si avventa Pandolfi che di testa colpisce la traversa favorendo il più comodo dei tap-in a Celiento. Vale l’1-2 finale, vale una sconfitta immeritata per l’Olbia, attesa ora a due sfide cruciali oltre Tirreno contro Prato e Racing Roma.

error: Content is protected !!