LE SFIDE ALLA PALAZZINA TRA GIALLOBLU E AMARANTO

APRILE 2012 – SERIE D/E

VITERBESE-PONTEDERA 1-1

VITERBESE (4-4-2): Santi 6; Vanacore 6 (33’ st Zagarella sv) Fapperdue 6,5 Lispi 6 Cherubini 6; Di Marco 6 (24’ st Gnignera 6) Franzese 6,5 Cristiano 6 Mereu 6,5; Morini 6 (37’ st Barra sv) Vegnaduzzo 6,5. A disp. Pazienza, Pucino, Majella, Storani. All. Biagioni

PONTEDERA (4-3-2-1): Bibba 6; Lucarelli 6 Vettori 6,5 Calistri 6 Rosati 6; Regoli 6,5 Caponi 6,5 Carfora 6,5; Nolè 6 (31’ st Agnorelli sv) Cubillos 6,5 (10’ st Arrighini 6); Magnani 6 (44’ st Martinovic sv). A disp.: Sollazzi, Banchellini, Ettorre, Aiello. All. Masi

ARBITRO: Luciano di Lamezia Terme

RETI:  2’ pt Caponi (P), 26’ pt  Morini (V)

AMMONITI: Di Marco, Cristiano, Vegnaduzzo, Gnignera per la Viterbese; Carfora per il Pontedera

NOTE: angoli 7-3 per la Viterbese, spettatori 500 circa. Recuperi: pt 2’ st 6’.

VITERBO – Il Pontedera conquista il punto della matematica promozione e festeggia al Rocchi. I padroni di casa intascano il punto che serviva alla classifica per avvicinare ancor più la salvezza aritmetica.

Ecco perche nel secondo tempo – con il risultato che stava bene ad entrambe le squadre – si è visto davvero poco in campo, se non un bolide del solito Vegnaduzzo nei minuti di recupero che ha fatto venire i brividi al Pontedera e, soprattutto, al portiere Bibba, che si è visto arrivare la bomba da fuori area e che a stento è riuscito a deviare in angolo.

E’ stato l’ultimo ostacolo per il Pontedera prima del trionfo e la corsa dei giocatori verso la curva in cui erano seduti i propri familiari al termine di una gara che ha deciso tutto con il suo primo tempo.

Al primo affondo (2’) il Pontedera è andato in vantaggio e lo ha fatto con una facilità incredibile: la solita Viterbese dalla difesa poco attenta non ha chiuso, al limite dell’area, su Caponi, per il quale è stato un gioco da ragazzi piazzare il pallone alle spalle di Santi, alla propria sinistra.   

Sembrava l’ennesima giornataccia gialloblu e che i Toscani non volessero trovare a Viterbo solo il punto della promozione, ma i gialloblu di Biagioni, stavolta, hanno reagito con convinzione e – dopo la solita azione pericolosa di Vegnaduzzo (9’) – raggiunto il pari che ha rimesso in equilibrio la partita.

Calcio di punizione dalla destra di Morini (22’): sembrava un suggerimento per le torri gialloblu piazzatesi in area di rigore avversaria ed invece il numero dieci della Viterbese ha battuto forte e preciso a girare e il pallone si è infilato sul palo lontano, alla destra del portiere avversario.

SETTEMBRE 2016 – SERIE C

Viterbese C.-Pontedera 3-0

VITERBESE CASTRENSE (4-3-3): Iannarilli 7; Celiento 6 Dierna 6,5 Scardala 6,5 Pacciardi 6; Marano 6,5 (14’ st Cruciani 6) Cuffa 6,5 Cenciarelli 6,5; Diop 6 (24’ st Varutti 6), Sforzini 6 (37’ st Invernizzi sv), Neglia 7. A disp. Pini, Mallus, Belcastro, Paolelli, Bernardo, Ansini, Pandolfi, Cardore, Mazzolli. All. Cornacchini 6,5

PONTEDERA: (4-3-3): Lori 5,5; Risaliti 5,5 Vettori 6 Polvani  6 Corsinelli  5,5 (23’ st Zappa sv); Gemignani 5,5 (23’ st Cais sv),  Della Latta 6 Calò 6; Bonaventura 6 (33’ st Udoh 6) Disanto 6 Santini 6. A disp. Citti, Giacomel, Borri, Gemignani, Chella, Calcagni, Videtta, Kabashi. All. Indiani 6

ARBITRO: Mastrodonato di Molfetta 6

Guardalinee: Bologna e Graziano   

MARCATORI: 24’  pt Marano (VC), 40’ st  e 44’ st Neglia (VC)

AMMONITI: Celiento (VC), Sforzini (VC), Santini (P)

NOTE: Spettatori 2 mila circa, incasso non comunicato. Angoli 5-4 per il Pontedera. Recupero, pt 0′, st 3’.

 

VITERBO – Prosegue imperterrita la marcia della Viterbese, che inanella la sua quarta vittoria consecutiva e continua ad essere la seconda difesa d’Italia, oltre a consentire al portiere Iannarilli di raggiungere  i 483’ di imbattibilità.

Il punteggio finale è rotondo, ma gli ospiti lo avevano contenuto per gran parte della gara, circoscrivendolo al vantaggio di Marano, quello con cui nel primo tempo (24’) aveva portato in vantaggio la squadra di Cornacchini, in contropiede, con un tiro di piatto finito a fil di palo alla destra del portiere Lori.

Un Lori che non è sembrato concentratissimo in occasione del raddoppio della Viterbese, della prima realizzazione di Neglia, nel finale di gara (40’) con un tiro forte da venti metri terminato, stavolta, alla sinistra dell’estremo difensore toscano.

In mezzo c’è stata una lunga parte di gara in cui la Viterbese ha amministrato il vantaggio, contenendo abbastanza agevolmente un Pontedera che non ha creato grossi pericoli per la porta di Iannarilli, ad eccezione di un tiro di Bonaventura (6’) su cui il portiere di casa si è opposto da campione.

Come già accaduto contro il Renate, gli uomini di Cornacchini hanno gestito la gara per poi lanciare un paio di “fiondata” nel finale, rendendo più corposo il punteggio. In questo caso il protagonista è stato Neglia, il quale (44’) ha chiuso virtualmente l’incontro con il suo secondo gol, un tocco ravvicinato – in mezzo ad una difesa ormai in difficoltà, dopo che si era battuta abbastanza bene  – su prezioso assist di Cenciarelli.

Cornacchini, quindi, ha raccolto un altro successo e nel finale ha gettato nella mischia tre pedine a sua disposizione, i vari Cruciani, Varutti e Invernizzi, a dimostrazione del bel momento di cui godono i suoi e della conferma del secondo posto in classifica.

MAGGIO 2018 – SERIE C

Viterbese C.  1 Pontedera  0

VITERBESE CASTRENSE (4-3-3): Iannarilli 6; Celiento 6,5 Atanasov 6 Rinaldi 6 (17’ st Sini sv) Peverelli 6; Baldassin 6 Benedetti 6 Cenciarelli 6 (33’ st Di Paolantonio sv); Vandeputte 6 (21’ st Bismark sv) Jefferson 6 (21’ st De Sousa sv) Calderini 6. A disp.: Pini, Micheli, Mbaye, Sanè, Pandolfi R., Zenuni, Mosti, Mendez. All.: Sottili 6.

PONTEDERA: Biggeri 6; Frare 6 (30’ st Ferrari) Rossini 6 Risaliti 6; Corsinelli 5,5 (21’ st Romiti sv) Gargiulo 5,5 (10’ st Raffini sv) Posocco 5,5 (21’ st Tofanari sv) Caponi 6,5 Calcagni 5,5; Grassi 6,5 Pinzauti 5,5 (21’ st Maritato sv). A disp.: Marinca, Vettori, Borri, Spinozzi, Pandolfi G., Banassai. All. Maraia 5,5.

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona 6.   

Guardalinee: Pappalardo e Poentini.

RETI:  20’ pt  Celiento (VC).

AMMONITI:  Grassi, Frare (P);  Benedetti (VC).

NOTE: Spettatori 600 circa. Angoli 6-4 per la Viterbese. Recupero pt 0’ st 4’.

VITERBO –   Per la Viterbese i playoff inizieranno venerdì prossimo, stesso campo e stesso avversario. La gara del Rocchi contro il Pontedera, infatti, ha sancito questo singolare verdetto, anche in concomitanza del risultato del Monza, che ha battuto l’Olbia ed ha saltato il prossimo turno.

Si è iniziato l’ultimo incontro della stagione regolare sotto una pioggia abbondantissima, che si è dissolta, poi, successivamente, già quando la Viterbese aveva realizzato il gol dell’uno a zero, una vera e propria prodezza balistica del suo difensore  – e capitano – Celiento. Il resto del primo tempo è stato abbastanza ininfluente, con una Viterbese visibilmente superiore negli equilibri – e negli uomini in campo – e un Pontedera volenteroso, ma che, contropiede di Grassi a parte, non ha fatto vedere qualità particolari per ribaltare il punteggio.

Il ragazzo di Caivano, sugli sviluppi di un’azione partita dal fronte d’attacco sinistro, si è avventato (20’) sul pallone giunto al limite dell’area, in posizione centrale, facendo partire un bolide che è andato a insaccarsi sotto la traversa di Biggeri, davvero incolpevole.

Nella ripresa, anche a causa delle notizie che arrivavano dagli altri campi, che qualificavano Viterbese e Pontedera, le due squadre in campo hanno limitato qualche energia e le emozioni dalle parti di Iannarilli e  Biggeri non se ne sono davvero viste molte.

I due tecnici hanno anche provveduto a molte sostituzioni, pure in previsione delle due partite ravvicinate che dovrà affrontare la squadra che vincerà la sfida diretta di venerdì prossimo, quando alla Viterbese basterà anche un pareggio per agganciare il turno del quindici maggio.

error: Content is protected !!