LA COPPIA ITALIA DI SERIE C, DOVE RIENTRERA’ ANCHE LA VITERBESE

QUESTA LA COPPA ITALIA DI SERIE C, IN CUI CONFLUIRA’ LA VITERBESE DOPO LA TIM CUP

2) DESIGNAZIONE SQUADRE AMMESSE ALLA FASE FINALE
La società classificata al primo posto per ogni girone (una sola società per ogni girone) è ammessa alla Fase
Finale.
Per designare la società ammessa alla Fase Finale si terrà conto della posizione in classifica definita dai punti
complessivamente acquisiti nel proprio girone eliminatorio.
Nei Gironi con tre squadre, in caso di parità di punteggio fra due o più squadre del medesimo girone,
per definire la posizione in classifica delle stesse, si terrà conto nell’ordine:
a) della differenza reti nelle gare di girone;
b) del maggior numero di reti segnate nelle gare di girone;
c) del maggior numero di reti segnate nella gara esterna di girone;
d) del sorteggio.
3) CALENDARIO DELLA FASE ELIMINATORIA
La Fase Eliminatoria verrà disputata con il seguente calendario:
1^ giornata Domenica 5 Agosto 2018
2^ giornata Domenica 12 Agosto 2018
3^ giornata Domenica 19 Agosto 2018
4) FASE FINALE
Alla Fase Finale parteciperanno le società qualificate nella Fase Eliminatoria e le società che hanno
partecipato alla Coppa Italia 2018-2019 organizzata dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A.
Le date di calendario della Fase Finale verranno comunicate successivamente.
PRIMO TURNO
Sulla base di criteri determinati per sorteggio vengono designate le gare di qualificazione per la riduzione a
32 squadre per l’ammissione al 2° turno.
Il primo turno si svolgerà con gare ad eliminazione diretta in gara unica in casa della squadra prima
nominata per sorteggio.
Le società vincenti ottengono l’ammissione al 2° turno con l’accoppiamento già predisposto.
50/105
SECONDO TURNO
Le 32 società ammesse al secondo turno, con i relativi accoppiamenti previsti nel tabellone, effettueranno
16 gare ad eliminazione diretta in gara unica in casa della squadra prima nominata per sorteggio.
OTTAVI DI FINALE
Gli accoppiamenti dagli Ottavi di Finale alla Finale sono determinabili dal tabellone del 2° turno della
competizione e pertanto si provvederà soltanto al sorteggio per la determinazione della squadra ospitante.
Gli ottavi di finale si svolgono in gara unica.
Le 8 società vincenti ottengono l’ammissione ai quarti di finale.
QUARTI DI FINALE
Partecipano ai Quarti di Finale le otto società che hanno ottenuto la qualifica dagli Ottavi di Finale.
Gli accoppiamenti sono determinati dal tabellone e pertanto si procederà al sorteggio per la designazione
della squadra ospitante.
I Quarti di Finale si svolgono in gara unica.
Le 4 società vincenti ottengono l’ammissione alle Semifinali.
MODALITÀ DI SVOLGIMENTO
Nel 1°, 2° turno, Ottavi e Quarti di Finale, le gare si svolgono ad eliminazione diretta in gara unica. Ottiene
la qualificazione al turno successivo la squadra che ha segnato il maggior numero di reti.
Risultando pari il numero di reti segnate, le squadre devono disputare due tempi supplementari della durata
di 15 minuti ciascuno.
Perdurando la parità anche al termine dei due tempi supplementari, l’arbitro procederà a far eseguire i
tiri di rigore, con le modalità previste dal “Regolamento del Giuoco del calcio” al paragrafo:
“procedure per determinare la squadra vincente di una gara”.
50/106
5) SEMIFINALI E FINALE
Partecipano alle Semifinali le 4 società che hanno ottenuto la qualificazione dai Quarti di Finale.
Le Semifinali si svolgono ad eliminazione diretta con gare di andata e ritorno.
Gli accoppiamenti sono determinati dal tabellone e pertanto si procederà al sorteggio per la designazione
della squadra ospitante nel turno di andata.
Le società prime nominate nel sorteggio disputeranno le gare di andata fuori casa.
La Finale sarà disputata con gare di andata e ritorno, tra le due società che hanno ottenuto la qualificazione
dalle semifinali.
La Finale verrà organizzata dalla Lega Pro secondo le norme previste.
La società prima nominata nel sorteggio disputerà la gara di andata fuori casa.
MODALITÀ DI SVOLGIMENTO
La Fase Finale della Coppa Italia Serie C – Semifinali e Finale, si svolgerà con la formula della eliminazione
diretta, con gare di Andata e Ritorno.
Al termine di ogni turno risulterà qualificata al turno successivo, la squadra che avrà ottenuto nei due
incontri il maggior punteggio o, a parità di punteggio, la squadra che avrà segnato il maggior numero di reti
nel corso delle due gare.
Qualora risultasse parità nelle reti segnate si qualificherà la squadra che avrà segnato il maggior numero di
reti in trasferta; verificandosi ulteriore parità si disputeranno due tempi supplementari di quindici minuti
ciascuno.
Qualora nel corso dei due tempi supplementari le squadre avessero segnato lo stesso numero di reti, quelle
segnate dalla squadra ospite avranno valore doppio.
Qualora le squadre non avessero segnato alcuna rete, l’arbitro procederà a far eseguire i tiri di rigore,
con le modalità previste dal “Regolamento del Giuoco del calcio” al paragrafo: “procedure per
determinare la squadra vincente di una gara”.
Per l’intera Fase Finale la designazione della squadra ospitante per le gare di andata, in relazione agli
accoppiamenti previsti, verrà effettuata per sorteggio.
6) PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI
Alle gare di Coppa Italia Serie C potranno prendere parte tutti i calciatori tesserati federalmente per le
singole società, nel pieno rispetto di tutte le formalità e modalità regolamentari.
50/107
Durante la disputa delle gare potranno essere sostituiti CINQUE calciatori, per ogni squadra,
indipendentemente dal ruolo ricoperto.
Per l’effettuazione delle cinque sostituzioni, ciascuna squadra potrà utilizzare tre interruzioni della gara oltre
a quella prevista tra i due tempi di gioco, nonché, nel caso di disputa di tempi supplementari, quelle previste
tra il termine dei tempi regolamentari e l’inizio del primo tempo supplementare e tra il primo ed il secondo
tempo supplementare.
Ogni società dovrà indicare sull’elenco nominativo da consegnare all’arbitro un massimo di 23 calciatori, dei
quali 11 inizieranno la gara ed i rimanenti saranno designati quali riserve.
I numeri apposti sulle maglie dei calciatori devono corrispondere a quelli indicati sugli elenchi consegnati
all’arbitro.
7) DICHIARAZIONE DI RINUNCIA
La società che rinuncia alla disputa di una gara incorrerà nelle sanzioni previste dall’art. 53 N.O.I.F., oltre al
pagamento delle seguenti ammende:
1^ rinuncia € 5.000,00;
2^ rinuncia € 10.000,00,
3^ rinuncia € 20.000,00.
Per ulteriori rinunce vengono applicate le norme previste dall’art. 53 N.O.I.F. (4^ rinuncia €
50.000,00).
La società rinunciataria inoltre, dovrà corrispondere all’altra società un indennizzo per mancato incasso, il
cui importo verrà fissato con criterio equitativo dalla Lega Pro.
La società che rinuncia alla disputa di una gara nella Fase Finale, incorrerà nella automatica esclusione dalla
manifestazione, con conseguente passaggio della squadra avversaria al turno successivo, ferma restando
l’applicazione delle ammende di cui sopra.
8) ORARIO DI INIZIO DELLE GARE
Le gare potranno essere disputate sia alla luce solare sia con l’illuminazione artificiale, negli orari fissati dalla
Lega Pro.
Le società ospitanti possono richiedere lo spostamento d’orario della gara anche con eventuale inizio o
prosecuzione in notturna.
Le gare, il cui orario non sia già fissato dalla Lega per esigenze televisive, avranno inizio con l’orario
proposto dalla società ospitante, che abbia ottenuto la relativa ratifica dalla Lega stessa.
50/108
Le richieste dovranno pervenire almeno dieci giorni prima della data fissata per l’effettuazione della gara
medesima.
Per le richieste inoltrate dopo tale termine, vi è la necessità di accordo tra le due società interessate da
sottoporsi all’esame ed eventuale ratifica della Lega Pro.
9) RIPARTIZIONE DEGLI INCASSI
L’ incasso lordo, detratti gli oneri fiscali, nonché le spese di organizzazione forfettariamente liquidate nel
10% dell’incasso netto, viene suddiviso al 50% tra le due società al termine della gara ed immediatamente
liquidato.
Dalla presente normativa è esclusa la Finale con gare di andata e ritorno.
10) RECLAMI
In considerazione del particolare carattere della Fase Eliminatoria della manifestazione, per i reclami
riguardanti la regolarità di svolgimento delle gare, la regolarità dei campi di gioco e quella della posizione
dei calciatori verrà richiesto alla F.I.G.C. il provvedimento ex art. 33 comma 11 C.G.S. di abbreviazione dei
termini.
La tassa per i reclami è identica a quella per le gare dei Campionati della Lega Italiana Calcio Professionistico.
11) NORME REGOLAMENTARI
Per tutto quanto non contemplato nel presente Regolamento valgono, in quanto applicabili, le norme
contenute nelle N.O.I.F. e nel Codice di Giustizia, nonché le norme tecniche previste dal “Regolamento del
gioco e decisioni ufficiali” attualmente in vigore.
12) PALLONE UFFICIALE
In tutte le gare della Coppa Italia Serie C 2018-2019 dovrà essere utilizzato esclusivamente il pallone ufficiale
della Lega Pro.
13) ESTINZIONE DELLE AMMONIZIONI DOPO LA FASE ELIMINATORIA
Per ovviare alla disparità esistente sul piano disciplinare fra le società che partecipano alla Fase Eliminatoria
e le società che partecipano alla Coppa Italia 2018-2019 che entrano nella Fase Finale, per il residuo di
ammonizioni, sarà richiesto alla F.I.G.C. un provvedimento di estinzioni delle ammonizioni che residuino al
termine della Fase Eliminatoria.
50/109
14) PREMI
Le società che avranno accesso alla Fase Finale potranno beneficiare dei seguenti premi:
– Alle 8 società Qualificate ai Quarti di Finale
€ 5.000,00 per ogni società
– Alle 4 società Qualificate alle Semifinali
€ 15.000,00 per ogni società
– Alle società Finaliste
1^ classificata € 60.000,00
2^ classificata € 30.000,00
Alle società finaliste, inoltre, verranno assegnati i seguenti premi:
A) Alla società prima classificata
– Riproduzione della “Coppa Italia Serie C”.
Alla medesina verrà inoltre affidato in custodia, per l’anno sportivo successivo, il Trofeo originale in
argento della “Coppa Italia Serie C“.
– Diritto di appore il distintivo di vincitrice della Coppa Italia Serie C sulla propria maglia.
– n. 30 medaglie oro per i calciatori ed i tecnici della squadra.
B) Alla società seconda classificata

– n. 30 medaglie argento per i calciatori ed i tecnici della squadra.
 

error: Content is protected !!