OGGI AL … TAR DELLO SPORT!

Non è un refuso, nè un cambio di usanze. Il bar dello sport continua a essere il ritrovo degli sportivi, ma al Tribunale A.R. si è investiti di compiti che sarebbero dovuti essere di altri, secondo la logica, secondo il buonsenso e secondo la sana tradizione del calcio di una volta, che mai ha attraversato periodi di oscurantismo così profondi e lunghi.

Se davvero il TAR si pronuncerà oggi, la Viterbese potrebbe essere dirottata al nord e giocare subito domenica prossima Piacenza, con buona pace dell’Entella di Cassano, che si ritroverebbe in serie B, ma che, invece,  potrebbe rivolgersi al Consiglio di Stato, in caso contrario.

“C’è un provvedimento di blocco – ha detto il presidente Gravina – se scaturisce un diniego comincia a diventare un po’ complicato mantenerlo e quel punto non avrei più nessun elemento per giustificare la sospensione delle partite, a meno che dopodomani non ci sia un controricorso al Consiglio di Stato e un’altra cautelare con qualcuno che mi dica che non devono giocare”.

La Viterbese giocherebbe comunque? La ripartura della campagna abbonamenti non sembrerebbe far pensare di si?

error: Content is protected !!