VITERBESE AL LAVORO, TRA SNERVANTE ATTESA E COPPA ITALIA

Giovanni Lopez ha fatto svolgere un allenamento in scioltezza, cercando anche di andare a insistere su qualche sfasatura vista nell’amichevole con l’Entella, anche se il tecnico gialloblu ha sottolineato la bontà della prestazione dei propri uomini contro i Liguri. La Viterbese ha lavorato anche sull’attacco, il reparto dove è ricomparso il centravanti Saraniti (NELLA FOTO), il quale, proprio contro l’Entella, ha fatto il suo esordio in gialloblu dopo il lungo infortunio. L’attaccante siciliano ci teneva molto e lo si è visto anche dalla decisione con cui chiedeva rifornimenti per lui, che non sono stati numerosi. Potrebbe assicurarglieli, però, il compagno di squadra Pacilli – ancora una volta tra i più brillanti – con cui l’amalgama è garantita anche dall’esperienza consumata insieme a Lecce.

Per il resto è tutta attesa e upposizioni, come le altre centinaia fatte in precedenza da addetti ai lavori e appassionati, nell’ultimo mese, quando gli eventi sono stati quasi sempre contraddittori e non hanno mai portato a una soluzione definitiva.
Che potrebbe arrivare oggi, magari dopo l’incontro al vertice che ieri ha visto protagonisti Gravina, Giorgetti e CONI e in cui si è parlato pure di giustizia sportiva, di contenziosi ancora in atto e di Entella e Viterbese, due squadre che sono ancora in attesa di conoscere il proprio destino.
E allora non rimane altro da fare che armarsi, ancora una volta, di pazienza e aspettare il momento giusto, che tutti si augurano possa essere quello di oggi, visto che, saltato quello, come detto, sarebbe impensabile non rinviare il tutto alla prossima settimana, ricordando che, nel caso di una permanenza della Viterbese nel girone C, sarebbe in programma il derby con il Rieti al “Rocchi”, che sarebbe anche un modo più agevole per ripartire, anziché con la difficile trasferta di Catania.
CLAUDIO DI MARCO

error: Content is protected !!