AMARCORD. DUE GOL IN DUE MINUTI PER LA VITERBESE 2007

SERIE C2/B – 2007

VITERBESE-CASTELNUOVO G. 2-0

VITERBESE (4-3-2-1): Fimiani 6,5; Locatelli 6 Ingiosi 6,5 Gagliarducci 7 Farris 6,5; Lolli 6,5 Oresti 6 (22’ st Giansante sv) Giunchi 6,5; Guglielmelli 6 (18’ st Cortese sv) Chiavarini 7 (35’ st Antonini sv); Di Iorio 7.

A disp.: Favaretto, Zazzetta, Cordisco, Balagna. All. Pirozzi.

CASTELNUOVO (4-4-2): Dazzi 6; Nincheri 5 Fanani 5 (35’st Aragao sv)  Rossigni 5 (7’ st Cattani 5)  Pennucci 5,5; Nizzetto 5,5 D’Andria 5 Guerri 5,5 Sireno 5 (17’ st Filosi 5,5); Artistico 5 Micchi 6. A disp. Vercellone, Vaira, Cipolli, Chiappa. All. Tazzioli.

ARBITRO: Morabito di Messina

Guardalinee: Minardi e Massari

MARCATORI: 3’ pt Chiavarini (V), 4’ pt Di Iorio (V)

ESPULSI: Locatelli (V) al 20’ st per doppia ammonizione  

AMMONITI: Locatelli (V), Lolli (V), Ingiosi (V)  

NOTE:  Angoli 5-4 per la Viterbese, spettatori 500 circa. Recuperi: pt 1’ st 4’. Terreno allentato per la pioggia caduta prima e durante la gara.

 

di Claudio Di Marco

 

VITERBO –  E’ bastata la partenza a razzo per mettere i tre punti in tasca alla Viterbese. La squadra di Pirozzi ha praticamente chiuso la gara subito dopo averla cominciata, mettendo dentro due reti in altrettanti minuti, castigando un Castelnuovo che aveva, evidentemente, approcciato la gara con troppa superficialità.

Basterebbe conoscere un po’ Chiavarini, infatti, per capire che commettere su di lui subito un fallo evitabile in quella zona del campo significa metterlo in condizione di calciare la punizione in modo spesso vincente, così come creare una mischia sotto porta può favorire la grande forza fisica della Viterbese.

E così è stato, e così sono arrivate le due reti dei gialloblu di casa in apertura. L’argentino Chiavarini è stato fermato fallosamente alla sua prima incursione appena fuori dall’area di rigore, sul fronte sinistro: solita esecuzione millimetrica che ha trafitto alla propria destra Dazzi, con il pallone che s’insacca sotto l’incrocio dei pali.

Non troppo attento il portiere ospite, che poi si rifarà in un altro paio di occasioni, che non sa sbrogliare una mischia creatasi davanti alla linea bianca della sua porta: nel batti e ribatti la spunta il volitivo Di Iorio che mette dentro il pallone.

Da quel momento in poi il punteggio non cambierà più, anche se lo stesso autore del secondo gol ci andrà vicino per altre due volte, nell’economia di una gara che diventa più faticosa per il terreno sempre più pesante, che non favorisce troppo la Viterbese, rimasta anche in dieci per l’espulsione di Locatelli.

Poco e niente fa il Castelnuovo per ribaltare il punteggio: si affida quasi esclusivamente all’esperto attaccante Micchi, che ha la mira difettosa in due circostanze e che è sfortunato nell’occasione giusta, quando il pallone da lui calciato, all’inizio della ripresa, finisce sul palo.

La Viterbese ha fatto di più, ha giocato meglio per diversi tratti dell’incontro, ha mostrato maggiore prestanza atletica, ha avuto le idee più chiare a livello tattico, con Guglielmelli e Chiavarini che sono stati di supporto all’attacco, per poi ripiegare nei recuperi, e mostrando i muscoli in difesa, in un pomeriggio dalla condizioni atletiche per la prima volta invernali.

error: Content is protected !!