EDICOLA OGGI …

VITERBO –  La partenza sembra decisamente appannaggio della Viterbese, che si muove meglio in campo e Polidori (9’) non chiude un sottomisura. Dieci minuti più tardi c’è una grande mischia davanti a Forte, che sbroglia, ma cade su Gualtieri e per poco non si accende una rissa. Il Rieti, nel frattempo, ha preso confidenza con la gara e le misure a una Viterbese a cui la generosità del centravanti Saraniti, il quale va a cercarsi il pallone anche in difesa, non basta.

Il centrocampo ospite prende il sopravvento, ma difficilmente riuscirebbe a creare il gol, se non ci fosse l’errore di Damiani, il quale (36’) si “perde” Gondo, il quale ci crede, entra in area e lascia partire un bel sinistro che si insacca a fil di palo.

Lopez corre ai ripari all’intervallo: mette dentro Baldassin – al posto di Damiani – per riequilibrare il centrocampo, cercando di dare la velocità giusta e una quadratura diversa. Il tecnico gialloblu prosegue poi l’opera al quarto d’ora inserendo Pacilli al posto di Cenciarelli, riportando le pedine esattamente nella loro posizione naturale.

 

error: Content is protected !!