NON SEMBRA L’ANNO BUONO DI TUSCANIA: TERZO KO!

Tuscania-Cantù 0-3

(23-25, 22-25, 22-25)

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Buzzelli 3, Sorgente (L), Pizzichini 4, Bertoli 11, Peslac 2, Panciocco, Bara Fall 3, Fabi 3, Osmanovic 11, Gentilini (L), Formela 16, Piedepalumbo. N.e. Cappelletti e Ragoni. Allenatore: Morganti

POOL LIBERTAS CANTU’: Alberini 2, Santangelo 20, Preti 13, Cominetti, Monguzzi 10, Robbiati 3, Butti (L), Gasparini 8, Rudi. N.e. Baratti, Suraci, Danielli, Frattini. All: Cominetti, 2° all: Redaelli.

Durata del match 1 ora e 34 minuti. Muri Pool Libertas 7, Tuscania 4.

Non sembra essee l’avvio giusto di una grande stagione. Tuscania ora proverà a invertire una tendenza per il momento negativa, che ha fatto inanellare il terzo ko. Stavolta ha ceduto in casa a Cantù, che ha mostrato maggiore concretezza.

Tre parziali praticamente in fotocopia, con inizio giocato palla su palla e poi Cantù capace di capitalizzare il vantaggio preso dalla seconda parte del set e a chiudere senza grandi affanni. Osmanovic e Bertoli partono bene nel primo set, con il Pool Libertas Cantù costretto sempre a rincorrere 8-16, 16-13 e 21-17. Poi escono gli attaccanti di palla alta di Cantù, che in questo match trova anche nel muro dei centrali Monguzzi e Robbiati un forte alleato, saranno 7 i muri punti della squadra di Cominetti e Redaelli contro i 4 della formazione di coach Morganti. Grande equilibrio nella seconda frazione di gioco. Osmanovic e Bertoli rispondono palla su palla a Santangelo, Gasparini e Preti. Attacco out di Preti per il 17-15, ma anche Bertoli non trova il campo al servizio, mentre proprio Preti risponde con una ace per il 17-17. Rudi in seconda linea toglie pressione alla ricezione di Preti, mentre Cominetti entra su Gasparini e si rivela decisivo anche lui per la seconda linea. Un’invasione di Santangelo vista dal videocheck fa passare il risultato dal possibile 19-22 al 20-21. Nessun dramma per Cantù, ci pensa capitan Monguzzi con due muri su Bertoli per il 20-23. Chiude Preti il set 22-25. Terzo parziale ancora in equilibrio fino al 9-9, poi il Pool Libertas, su un doppio errore di Bertoli allunga 9-12 e 10-14. Il vantaggio prosegue fino al 14-18 quando il Pool Libertas si ferma un po’, subisce gli attacchi di Bertoli. Ci pensa alla fine Preti, l’airone di Cantù a sbloccare la situazione, quindi Santangelo chiude uno scambio lunghissimo ed è 17-20. Nuovo colpo di coda dei viterbesi su servizio di Bertoli fino al 20-21. Con un muro out su Santangelo il Pool Libertas esce dall’incubo del recupero e fa il 20-22. Ancora Santangelo sugli scudi, ha superato i 100 punti in campionato e siglato la partita numero 100 in serie A ed è 20-23. Ma non è finita Formela tiene in partita Tuscania con due punti fino 22-23. Tocco del muro dei viterbesi per il 22-24, vince il Pool Libertas 22-25 grazie a un attacco out di Formela.

LA CLASSIFICA

1. Bergamo 5 5 0 15:4 14
2. Grottazzolina 5 4 1 14:4 13
3. Gioia del Colle 5 4 1 13:6 12
4. Materdomini Castellana 5 5 0 15:9 11
5. Piacenza 5 4 1 13:6 11
6. Club Italia Roma 5 3 2 13:10 9
7. Catania 5 3 2 10:9 8
8. Cantú 5 2 3 10:11 6
9. Cuneo 5 2 3 8:12 5
10. Ortona 5 1 4 6:13 4
11. Pordenone 5 1 4 5:13 4
12. Tuscania 5 1 4 6:14 3
13. Taviano 5 0 5 7:15 3
14. Bergamasco 5 0 5 6:15 2
 
error: Content is protected !!