AMARCORD. IL CALCIO COI BAFFI: IL TALKSHOW DI CAFFEINA 2017

Anche se inizialmente la collocazione aveva creato un certo malumore – nella stessa data della presentazione ufficiale e in orario tardo – alla fine anche l’appuntamento con Caffeina è stato archiviato con la soddisfazione di sempre.

Al cortile Holden di Piazza San Carluccio la formula del talkshow ha funzionato grazie agli interventi intelligenti di Paolo Graziotti e allo spirito critico di Franco Fabri: è stato possibile fare un parlallelo tra il calcio – e i calciatori – di una volta e quello attuale. Interessante anche il contributo portato da Gianni Caporossi (l’ex ragazzino che esordì con un gol contro il Latina) e il suo gemello del gol nelle giovanili, Alfonso Talotta, che visse la gioia del compagno dalla tribuna.

Con Massimo Quintarelli si è ricordata un’altra vittoria di campionato della Viterbese, quella del ’95, con Bagnato allenatore, mentre Tino Filippi, oltre a parlare di quella sfortunata esperienza in gialloblu (frattura del perone – ndr), ha sfoggiato una notevole memoria storica, eleggendo Antolovic e Salavatori – rispettivamente – ad avversario e compagno di squadra più forti tra quelli avuti.

Ha ancche parlato di quando un giovane arbitro – che ricordava in campo tutti i cognomi dei giocatori – veniva sbeffeggiato dalle tribune per la sua testa pelata: era Collina ai suoi esordi!

error: Content is protected !!