VITERBESE-CASERTANA 0-0. FINISCE CON UN NULLA DI FATTO

LE FORMAZIONI

VITERBESE C. (4-3-3): Forte;  De Giorgi, Rinaldi,  Sini, De Vito;  Baldassin, Damiani, Bovo, Palermo; Svidercoschi,  Saraniti, A disp.: Micheli, Schaeper,  Milillo, Messina, Perri, Atanasov, Cenciarelli, Otranto,  Ngissah. Pacilli,  Vandeputte,Polidori.  All.: Sottili.

CASERTANA (4-3-3): Russo; Meola, Rainione, Blondett, Pinna; Zito, Vacca, D’Angelo; Padovan, Castaldo, Floro Flores. A disp.: Zivkovic, Adamonis, Ciriello, Cigliano, Pasqualoni, De Marco, Alfageme, Mancino, Chiacchio, Squillante. All.: Fontana

L’ARBITRO

E’ Daniele De Santis di Lecce a dirigere Viterbese-Casertana. Il fischietto salentino ha diretto 4 partite nella stagione in corso: Arzachena-Olbia (1-0), Sambenedettese-Imolese (2-1), Trapani-Sicula Leonzio (2-0) e Catania-Vibonese (3-0). E’ la prima volta che De Santis incrocia i falchetti lungo il proprio cammino.

COSI’ LA VIGILIA

Dopo due notturne consecutive al “Rocchi”, torna la Viterbese del preserale, una Viterbese chiamata ad una inequivocabile prova reattiva, ad una prestazione veemente per cancellare quanto fatto – o non fatto – nelle prime tre partite di questo campionato anomalo.
Dopo tre sconfitte tutto si indirizza verso l’assoluta necessità di cambiare, a livello di risultati, di cercare di muovere la classifica e di abbandonare quella quota zero che ha dell’inverosimile e che non appartiene di certo alle ambizioni della Viterbese e del suo patron.
Appartiene, però, allo stato delle cose, ad una situazione che, per vari motivi, si è venuta a creare e da cui la Viterbese – e il suo allenatore Stefano Sottili, devono uscire in tempi brevissimi. 

Con il ritorno di Antonio Meola la Casertana potrà avere nuove soluzioni tattiche. Il terzino destro è stato costretto a saltare i primi due mesi e mezzo per un infortunio muscolare. Il sacrificio di Ferrara (ha rescisso alla vigilia della gara casalinga contro il Trapani) porta una ventata di novità. Meola, Rainone, Blondett e Pinna sono i candidati per il quartetto difensivo.

Qualcosa potrebbe cambiare anche a centrocampo per Zito non è certo uno che si accontenta della panchina. A quel punto l’ex Avellino dovrebbe essere l’esterno di centrocampo nel 4-3-1-2 insieme a Vacca (centrale) e D’Angelo a destra.

In avanti Cigliano e Mancino non hanno inciso e allora è giusto provare con Floro Flores leggermente meno avanzato di Castaldo e Padovan.  

COSI’ L’ULTIMA VOLTA: SEGNO’ MARTINETTI!

Era il campionato 96/97 quando i tifosi della Casertana si recarono a Viterbo per incitare la propria squadra, che perse per 1-o e il gol lo segnò Omar Martinetti. Campionato di C2, altro calcio, tempi completamente diversi. A distanza di ventidue le due si ritrovano ci saranno, alle 18.30, con la Viterbese a zero punti e la Casertana che non attraversa un momento felicissimo.

error: Content is protected !!