IL PRIMO DIRETTIVO DI GHIRELLI

Il Presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, i Vice presidenti Cristiana Capotondi e Jacopo Tognon, i 6 nuovi consiglieri Gianfranco Andreoletti (Albinoleffe) Salvatore Caiata (Potenza), Alessandro Marino (Olbia), Floriano Noto (Catanzaro), Stefano Ranucci (Ternana) e Filippo Tagliagambe (Pontedera) e i Consiglieri Federali Walter Baumgartner e Pietro Lo Monaco, si sono riuniti oggi per il primo Consiglio Direttivo di Lega Pro post elezioni dello scorso 6 novembre.

Molti gli argomenti che il Direttivo ha affrontato: per questo motivo i Consiglieri si riuniranno ogni 15-20 giorni con l’intento di condividere, monitorare, dare continuità e adempiere agli obiettivi fissati.

“Un primo confronto proficuo e collaborativo che è solo l’inizio di un lungo percorso che porteremo avanti con la partecipazione di tutti – dichiara Francesco Ghirelli, Presidente Lega Pro –  Oggi abbiamo stabilito come dovrà essere organizzato il piano di lavoro e quello del Consiglio Direttivo sarà un lavoro di squadra, dove ad ogni membro verrà affidata la realizzazione di specifici progetti che rappresenteranno il volere e la voce dei 59 Club di Lega”.

In sede di riunione è stata ratificata la nomina a Segretario Generale della Lega Pro dell’Avv. Emanuele Paolucci e sono state definite le deleghe dei due Vice Presidenti.

Cristiana Capotondi seguirà i progetti inerenti la digitalizzazione, la formazione, i rapporti con il Settore Giovanile e Scolastico e tutte le iniziative in ambito “solidarietà e associazionismo”.

Jacopo Tognon si occuperà dei rapporti internazionali con Unione europea e EPFL (European Professional Football Leagues), i rapporti con la FIGC in ambito di giustizia sportiva oltre alle riforme normative alla lotta alle illegalità.

Per consentire alle Società di programmare le proprie risorse economico-finanziarie è stato stabilito, per la prima volta, di pubblicare su extranet di Lega quanto ogni singolo Club percepisce dal minutaggio e sono state poste le basi, in forma sperimentale, per garantire per tempo tutte le informazioni necessarie circa le somme a disposizione, il metodo di distribuzione e le relative date di erogazione. E’ stato, inoltre, dato l’avvio alla procedura di raccolta e di pubblicazione dei bilanci delle Società.

error: Content is protected !!