AMARCORD. PROMOZIONE: IL RODAGGIO DEL MONTEFIASCONE

ERA IL 2002…

I gialloverdi del Montefiascone continuano il rodaggio in vista dell’inizio del campionato di Promozione. Alla data d’apertura del 29 settembre, e all‘impegnativa trasferta di Fregene, manca ancora un bel po’, ma il tecnico Ennio Cuccuini non trascura nulla, cercando di inserire i pochi, ma oculati, nuovi arrivi in un telaio che già lo scorso anno ha funzionato a meraviglia, addirittura sfiorando la promozione finale.

Il tecnico gialloverde lo ha fatto anche in occasione del “Torneo Graziotti” di Viterbo, ben organizzato dalla dirigenza del Pianoscarano, formazione partecipante al campionato di Prima categoria.

In finale il Montefiascone (che ha presentato tra i nuovi l’ex di turno Buffetti) ha ceduto proprio ai rionali padroni di casa, ma le indicazioni utili non sono mancate in casa gialloverde al di là della sconfitta di misura.

Non preoccupa neanche l’assenza di gol in finale del tandem Carletti-Bellacima, che lo scorso anno ha segnato a raffica. Ben marcati, i due, hanno mostrato qualche difficoltà che soltanto la forma fisica  in crescendo potrà azzerare, anche se per la verità, un “golletto” Carletti l’ha anche segnato in semifinale contro il Bassano Romano.

“Sono soddisfatto – ha detto Cuccuini – di come la squadra ha saputo gestire il possesso di palla e di come i nuovi si sono amalgamati con il resto del gruppo.

Il risultato di questi tempi conta poco, anche se il Pianoscarano ha meritato il successo pienamente con la determinazione con cui è sceso in campo. Si vede proprio che il collega Bestini sta dando la sua impronta e che la dirigenza rossoblù sta facendo bene.

Il Montefiascone deve ancora crescere, ma soprattutto deve dimenticare in fretta la stagione scorsa: ogni campionato ha una storia a sé e noi dobbiamo partire per un’altra avventura guadagnandoci i punti domenica dopo domenica.

Abbiamo ancora molti giorni di lavoro davanti a noi prima dell’inizio del campionato e sicuramente modo di correggere anche le cose che non vanno, soprattutto se i ragazzi manterranno sempre lo stesso spirito di sacrificio e la voglia di fare bene, anche di fronte ad altre avversarie più attrezzate.”

SORIANESE: AMARO IN BOCCA PER L’ESORDIO

SORIANO NEL CIMINO – Amaro in bocca per la Sorianese e la sua gara d’apertura, un pari a Tarquinia, dove i rossoblù di Lupi hanno colpito due traverse e un palo con Bechini, Ciorba e Troili.

“Siamo un po’ rammaricati – dice il difensore Moreno Porta –   perchè il risultato di Tarquinia non ci ha di certo premiati, visti i tre legni colpiti. Volevamo iniziare con un successo, soprattutto per i nostri tanti tifosi presenti a Tarquinia”.

 

 

 

 

 

error: Content is protected !!