FORTE, AUTOCRITICA E VOGLIA DI RISCOSSA

Francesco Forte, dopo il Trapani, con due errori innegabili, non ha cercato scuse.
“Il ruolo del portiere – dice Forte – è delicato. Dopo la partita contro il Trapani ero arrabbiato solo con me stesso, ma, invece dello scoramento, sentivo solo una grande voglia di rifarmi. Avere una partita da giocare, dopo soli tre giorni, aiuta, ti fa accantonare i “veleni” della partita precedente. Proseguiremo con la rabbia – dice ancora il portiere gialloblu – che ha caratterizzato gli allenamenti della scorsa settimana. Personalmente ci ho messo tutto quello che avevo dentro e insieme al preparatore Gobattoni non abbiamo trascurato il minimo particolare.
Vogliamo uscire definitivamente dalla situazione che si era venuta a creare: dobbiamo essere sereni e lavorare con serietà e dedizione, per far bene anche a Catanzaro, una piazza storica!”

error: Content is protected !!