L’AMICHEVOLE TRA LA VITERBESE DI “TOTO'” E IL FROSINONE

ERA IL MAGGIO DEL 2003…

AMICHEVOLE: VITERBESE-FROSINONE 1-2

VITERBESE (primo tempo): Musella, Kone, Movilli, Lizzori, Pollini, Mannucci, Filosi, Sammarco, Santoruvo, Moronti, Cingolani

VITERBESE (secondo tempo): Sciarrone, Luciani, Movilli, Mancini, De Grossi, Kone, Troise, Vitali, D’Alessandro, Garcia, Verdesca

Allenatore Di Somma

FROSINONE: Cano (1’ st Chessari), Cavaliere (1’ st Picciau), Giannella, Lillo (1’ st Sbaccanti), Roma, Schicchi, Galuppi (1’ st Masciantonio), Malpeli (33’ st Buscicchio), Testa (1’ st Di Corcia), Piccioni (29’ st Palleschi), Musacco (30’ st Orsinetti)

Allenatore Pagliari

ARVBITRO: Petroselli di Viterbo (Chiovelli-Coscia)

RETI: 16’ pt Santoruvo (V), 36’ pt Piccioni (F), 8’ st Di Corcia (F)

NOTE: Spettatori circa 500. Angoli 4-4. Prima dell’incontro una serie di premiazioni al Presidente Capucci, al tecnico Di Somma e ad alcuni protagonisti. Una cerimonia resa commovente dal ricordo di due tifosi scomparsi: il piccolo Andrea Galanti e l’appassionatissimo Tullio Fiorani, deceduto in mattinata. Presenti il Presidente della Provincia di Viterbo Marini ed il Sindaco di Viterbo Gabbianelli.

VITERBO – E’ andato al Frosinone il derby amichevole, il penultimo impegno stagionale della Viterbese. Già, penultimo, perché la società gialloblù ha annunciato proprio durante l’incontro l’amichevole con la Lazio che si disputerà mercoledì prossimo, alle ore 18, allo stadio Rocchi.

Ed intanto c’è stata questa festa per la salvezza delle due squadre, una festa in toni ridotti, sia per il doppio lutto che ha colpito la tifoseria gialloblù, sia per il numero dei presenti, inferiore a quello previsto.

Ma il Presidente Capucci ha ringraziato ugualmente tutti, è apparso sereno per l’intero pomeriggio, passando dal momento prepartita di grande dolore, per la scomparsa di due “amici” dell’ambiente calcistico del capoluogo, a qualche incitamento ai ragazzi in campo, al saluto finale, quando un invitante “porchetta” ha fatto sfoggio sotto la tribuna centrale, a disposizione dei presenti.

Il resto è stato il resoconto di una gara amichevole che non ha detto molto, ma che tutti coloro che sono scesi in campo hanno disputato a mò di buon galoppo.

Una Viterbese, come annunciato, con (tra primo e secondo tempo) troppe assenze e un Frosinone mossosi abbastanza bene, con Piccioni al posto giusto nel momento giusto, almeno in occasione dei due gol.

La prima rete della gara è di Santoruvo (che ha fatto coppia con il giovane Moronti, classe 84) al quarto d’ora, quando il pugliese ha approfittato di un calibrato lancio di Cingolani. Il centravanti locale ha agganciato bene in area di rigore ed ha scavalcato Cano con un pallonetto infilatosi alla sinistra del portiere frusinate.

Il pareggio poco dopo la mezzora. Da un’azione sulla destra del Frosinone arriva il cross al centro: Movilli manca il pallone, che arriva a Piccioni messo a terra da Kone (che nel primo tempo aveva giocato come difensore esterno della linea a tre per poi passare a centrocampo): l’arbitro dà la regola del vantaggio, il numero dieci ospite si rialza e segna.

Nella ripresa dopo la grande girandola di sostituzioni, arriva il raddoppio con Di Corcia. In realtà fa tutto Piccioni sulla sinistra e su un invitante traversone si trova praticamente libero il nuovo entrato con il numero 18 che mette alle spalle di Sciarrone.

error: Content is protected !!