La nuova edizione della “Tirreno-Adriatico!

Due cronometro ormai tradizionali (a squadre nella prima tappa a Lido di Camaiore e individuale nell’ultima a San Benedetto del Tronto), due tappe per velocisti e tre tappe mosse con muri e salite brevi caratterizzeranno questa 54^ edizione. Dislivello totale della corsa 9.000 m. La Matelica – Jesi sarà la tappa del vino con omaggio al Verdicchio, prodotto unicamente in questa zona delle Marche. LE TAPPE Tappa n. 1 Lido di Camaiore (Cronometro a squadre) – 21.5 km Cronometro a squadre composta da una due settori praticamente rettilinei che si corrono sulle due carreggiate della medesima strada (lungomare Lido di Camaiore-Forte dei Marmi) intervallati da un “giro di boa” dal percorso rettangolare attorno a un isolato. Tappa n. 2 – Camaiore – Pomarance – 189 km Tappa che parte in salita con nei primi chilometri Montemagno e il Pitoro. Segue un lungo tratto pianeggiante fino all’ingresso nelle ondulazioni finali. Si attraversano Castellina Marittima, Riparbella, Montecatini Val di Cecina, Volterra, con le rispettive salite, fino allo strappo finale che porta a Pomarance. Tappa adatta a finisseurs. Tappa n. 3 – Pomarance – Foligno – 224 km Tappa molto lunga ondulata nella prima parte e quindi sempre più pianeggiante man mano che ci si avvicina all’arrivo. Si attraversa il Senese con continui saliscendi, tra cui il Passo del Rospatoio fino a entrare in Umbria nella piana del Trasimeno e arrivare, sfiorando Assisi e Spello, alla volata finale attorno alle mura di Foligno Tappa n. 4 – Foligno – Fossombrone – 223 km È la tappa più dura assieme a quella del giorno seguente. Partiti da Foligno si raggiunge il Maceratese attraverso strade ondulate non particolarmente impegnative fino al passaggio nelle vicinanze di Fossombrone. Da lì inizia una sequenza di Muri più o meno ripidi e impegnativi, su strade tipiche delle valli marchigiane con carreggiata ridotta fino al doppio circuito e relativo doppio passaggio finale sul Muro dei Cappuccini che si troverà a pochi chilometri (5.7 km) dal traguardo finale di Fossombrone. Tappa n. 5 – Colli al Metauro – Recanati – 178 km È la tappa dei Muri di Recanati. Partenza da Colli al Metauro con un avvio in semi-circuito attraverso Saltara, Calcinelli e Lucrezia per portarsi a Recanati attraverso strade prevalentemente piatte. Giunti a Loreto iniziano le salite che in sequenza saranno 9, più o meno ripide con un circuito di 22.3 km da ripetere 3 volte caratterizzato da due Muri di cui quello più vicino al traguardo con pendenze anche attorno al 18%. Tappa n. 6 – Matelica – Jesi – 195 km Tappa per velocisti ma con la prima parte abbastanza mossa. Da Matelica di effettua un breve semi-circuito prima di puntare su Castelraimondo e San Severino Marche. Scalata del Valico di Pietra Rossa verso Cingoli e ondulazioni continue tra Apiro e Montecarotto. Da qui la strada diventa pianeggiante e porta a Jesi dove la corsa effettuerà 3 giri di un circuito di 12.3 km. Tappa n. 7 –San Benedetto del Tronto (cronometro individuale) 10.1 km Cronometro individuale su un percorso che ricalca quello degli ultimi anni. E’ il medesimo dal 2015 a oggi.

error: Content is protected !!