L’ULTIMA VOLTA DI VITERBESE-REGGINA

AGOSTO 2011, AMICHEVOLE: I CALABRESI ERANO IN SERIE A E CI FU L’EUROGOL DI VANACORE

Una Reggina fluida ha inaugurato la stagione del “Rocchi” di Viterbo, terminando l’amichevole contro i gialloblu con il punteggio di 2-1. La squadra di Breda ha cercato le geometrie e il ritmo-campionato, con il tecnico calabrese che ha cercato di rodare al meglio il suo 3-4-3. Il tutto di fronte ad una Viterbese che non ha accusato affatto timori reverenziali, con la regia di Cristiano e l’intraprendenza giovanile dell’under Vanacore (’93).

PRIMO TEMPO. Al primo vero affondo la Reggina passa in vantaggio (14’) grazie cross di Campagnacci, che trova una difesa avversaria poco attenta: il pallone arriva a Ceravolo, che mette dentro sottomisura. Gli amaranto si fanno però raggiungere (22’) proprio dal giovane Vanacore, il quale fa partire un bolide da fuori area che si infila alla sinistra del portiere Kovacsik. In mezzo c’è anche una traversa colpita da Ceravolo con una precisa conclusione. La squadra di Breda crea altre occasioni, prima con un tiro (30’) di Campagnacci ribattuto in angolo da Scarsella, poi con Derose, che sciupa (33’) una favorevole opportunità spedendo a lato su suggerimento di Missiroli. Poco prima dello scadere arriva il raddoppio della Reggina con un tiro da fuori area di Rizzo, che non trova attentissimo l’estremo difensore locale.

SECONDO TEMPO. La gara si innervosisce e l’arbitro estrae due cartellini gialli, ma, soprattutto, sventola il rosso sotto il naso di Adejo a seguito di un fallo commesso da fermo dal colored amaranto su Mereu, subentrato a Aquino. Tanti i cambi operati da Breda al ritorno in campo dopo l’intervallo, tra cui l’atteso bomber Bonazzoli e il sempreverde Tedesco, bravo come al solito sulla fascia sinistra e abile al tiro (10’) con un palo sfiorato. In questa frazione di gioco la Reggina – probabilmente anche a causa dei pesanti carichi di lavoro effettuati in mattinata – cala di ritmo e di pressione e la Viterbese ne approfitta per sfiorare il gol con Mereu, sulla cui conclusione interviene (40’) in angolo Marino P. Finisce, però, con l’applauso del pubblico presente, che archivia la prima vetrina calcistica dell’anno, così come termina con la ritrovata serenità in campo dopo gli screzi precedenti e la Reggina può andare avanti nel suo programma di preparazione a San Martino al Cimino.

VITERBESE-REGGINA 1-2

VITERBESE (primo tempo): Scarsella (30’ st Cima); Lenart (1’ st Zagarella), Nocerino, Fapperdue, Cascella (41’ st Menci); Franzese (25’ st Grandicelli); Cristiano, Vanacore; Morini, Federici (36’ st Pieri), Aquino (1’ st Mereu). All. Sergio

REGGINA (3-4-3): Kovacsik (1’ st Marino P.); Adejo, Giosa (1’ st Cosenza), Marino A. Barilla (1’ st Cestiglia), Derose (1’ st Viola P.), Rizzo (1’ st Viola B.), Rizzato (1’ st Tedesco); Missiroli (25’ st Carroccio); Ceravolo (1’ st Bonazzoli), Campagnacci (1’ st Bombagi). All. Breda

RETI: 14’ Ceravolo (R), 22’ pt Vanacore (V), 44’ pt Rizzo (R)

NOTE: Espulso Adejo al 24’ st per un fallo a gioco fermo. AmmonitI: Derose (R), Tedesco (R). angoli 5-2 per la Reggina. Spettatori 400 circa

error: Content is protected !!