SCONFITTA PER CALABRO, MA IL PRIMO E’ UN GOL “FANTASMA”. REGGINA-VITERBESE (LIVE) 3-1.

I GOL

REGGINA IN VANTAGGIO CON UN GOL-FANTASMA: IL PALLONE NON SEMBRA AFFATTO AVER VARCATO COMPLETAMENTE LA LINEA BIANCA: GRANDI PROTESTE E CARTELLINO GIALLO PER FORTE.

14′ PT TULISSI

Gol contestato. Ottima giocata di Doumbia, l’ex-Livorno lascia partire un traversone per la testa di Tulissi che indirizza in rete. Forte sembrava salvare sulla linea: per l’arbitro è gol. Protesta vivacemente Forte, che viene ammonito.

IL RADDOPPIO, STAVOLTA, È VALIDO: DOUMBIA NON SI TIENE!

27′ PT DOUMBIA

Buona giocata di Strambelli, che fa passare un pallone per Doumbia, il quale, abbastanza solo in area, spara un gran destro che finisce tra palo e portiere.

DOUMBIA, SCATENATO PROTAGONISTA DEL PRIMO TEMPO

ENTRANO SARANITI E PALERMO, ACCORCIA MIGNANELLI

7′ ST MIGNANELLI

Suggerimento di Damiani per la discesa di Mignanelli, che supera Kirwan e di destro batte Confente con una notevole conclusione. 

CALABRO GETTA NELLA MISCHIA ANCHE ZERBIN E VANDEPUTTE, MA CAMBIA POCO E NEL RECUPERO ARRIVA IL TRIS

46′ ST TASSI

Contropiede: pallone da Bellomo a Tassi. Gli si para davanti Forte, ma viene beffato dall’attaccante, che si toglie la maglietta ed è uno dei tanti ammoniti della gara.

LE FORMAZIONI

CALABRO RIVOLUZIONA ABBASTANZA: FUORI SARANITI, PALERMO, VANDEPUTTE, DE GIORGI E DE VITO.

RIENTRANO, TRA GLI ALTRI, RINALDI, POLIDORI E CENCIARELLI

CAMBIANO ANCHE LE MAGLIE: VIA LA DIVISA NERO, VITERBESE CON LA TRADIZIONALE GIALLOBLU A RIGHE VERTICALI.

ARBITRA Fontani di Siena  (Assistenti: Niedda – Bahri)

VITERBESE (3-5-2) Forte; Rinaldi, Atanasov, Sini; Baldassin, Pacilli, Damiani, Cenciarelli, Mignanelli; Bismarck, Polidori. A disp. Thiam Saraniti, Palermo, Vandeputte, Milillo, Messina, Svidercoschi, Zerbin, Artioli, Molinaro, De Vito, Tsonev. All. Calabro

all’inizio della ripresa entrano Saraniti e Palermo.  poi Vandeputte per Damiani, quindi Zerbin per Mignanelli.

REGGINA (3-4-3): Confente; Redol, Conson, Solini; Kirwan, De Falco, Zibert, Sandomenico; Tulissi, Doumbia, Strambelli. A disposizione: Vidvosek, Seminara, Salandria, Franchini, Viola, Marino, Pogliano, Tassi, Ungaro, Licastro, Bellomo. All. Cevoli.

LA VIGILIA

“Ho conosciuto i ragazzi personalmente – ha detto Antonio Calabro – non solo nell’allenamento di martedì. Ci siamo riuniti anche per un confronto con tutto il gruppo e con i singoli giocatori. In questi due giorni abbiamo lavorato molto sul piano mentale, ma abbiamo visto anche degli accorgimenti tattici. Giocando ogni tre giorni andrò a fare un lavoro certosino dal punto di vista del gioco e sarà importante valorizzare al massimo tutti i momenti della giornata per dare la mia impronta a questa squadra.”

Calabro è un fautore del 3-5-2, probabilmente anche in virtù dell’amicizia nei confronti di Conte, ed è chiaro che, prima o poi, anche la Viterbese si schiererà con questo modulo. Più difficile sapere con certezza se questo pochissimo tempo a disposizione sarà sufficiente per il tecnico ex-Lazio (da giocatore – ndr) per attuarlo subito.

COSI’ L’ULTIMA VOLTA – CAMPIONATO – GENNAIO 2019

VITERBESE C. 1 REGGINA 1
VITERBESE CASTRENSE (4-3-3): Forte 6; De Giorgi 6 Rinaldi Sini 6 De Vito 6; Baldassin 6.5 (25’ st Tsonev sv) Damiani 6.5 Palermo 6; Vandeputte 6.5 Saraniti 6.5 (11’ st Bismark 6) Pacilli 6.5 (11’ st Zerbin 6). A disp.: Demba, Milillo, Artioli, Perri, Messina, Atanasov, Molinaro, Polidori, Scaheper. All. Sottili 6.
REGGINA (3-4-1-2): Confente 6; Conson 6 Redolfi sv (30’ st Pogliano 6.5) Solini 5.5 (17’ st Viola 6.5); Kirwan 6 Zibert 6 Salandria 6 Franchini 5.5; Marino 5 (1’ st Ungaro 6.5); Tulissi 5.5 Sandomenico 5.5 (41’ st Seminara sv). A disp.: Vidosek, Licastro, Ciavattini, Tassi, Bonetto, Mastrippolito. All. Cevoli 6.
MARCATORI: 33’ pt Vandeputte (VC), 30’ Viola (R).
AMMONITI: Saraniti, Damiani (VC).

error: Content is protected !!