VITERBESE E CALABRO INSIEME PER LA PRIMA VITTORIA

La Viterbese del nuovo tecnico Calabro (nella foto) ha bisogno di vincere e convincere. Deve sfruttare al massimo questa seconda tappa del lungo viaggio al sud. Le scelte di Calabro, in questa occasione, potranno sicuramente essere la chiave di volta ai fini di un auspicabile successo della Viterbese, che poi si ritufferà in una settimana tutta casalinga, con la Coppa Italia e la gara con il Siracusa.
Ha cambiato molto nella sua prima panchina, potrebbe modificare ancora l’undici a sua disposizione, anche alla luce di quello che non ha funzionato in pieno contro la Reggina.
Ci sono candidature autorevoli per una maglia da titolare, come quelle di Saraniti, Tsonev e Vandeputte, per i quali Calabro potrebbe trovare un posto dall’inizio nel suo 3-5-2, sempre che voglia confermare il modulo a cui, però, è sempre stato strettamente legato.
Vandeputte, ad esempio, potrebbe prendere direttamente il posto dello squalificato Pacilli, a cui è risultato fatale il cartellino giallo di Reggio Calabria, così quello di Sini ha portato l’ex-Roma in diffida.
Chi sembra totalmente fuori discussione è Mignanelli, autore del gol della bandiera, mercoledì scorso, e decisamente il miglior Gialloblu in campo

ALLE ORE 14.30 I GIALLOBLU IN CAMPO A BISCEGLIE
MIGNANELLI, NUOVO PUNTO DI FORZA DELLA SQUADRA

QUI BISCEGLIE. 23 i convocati a disposizione di mister Rodolfo Vanoli. Rientrerà Mastrilli mentre ancora squalicato Leonardo Longo, espulso nella gara con la Reggina. Il match fra Bisceglie e Viterbese sarà diretta da Mario Vigile di Cosenza. Ad assisterlo saranno Alessandro Lombardi di Castellammare di Stabia e Fernando Cantao di Lamezia Terme.

DAL CORRIERE DELLO SPORT

Dai clamori del post-Reggina alla concentrazione da riversare sul rettangolo di Bisceglie (ore 14.30) il passo deve essere il più breve possibile.
“In questi giorni – dice l’allenatore gialloblu – sto lavorando su tutti gli aspetti, da quelli tattici fino a quelli mentali.
È normale che ci siano delle difficoltà iniziali, perché le priorità che chiedo non possono essere assorbite subito e ci vuole del tempo per conoscerci.
In questa gara la squadra dovrà essere brava ad adattarsi subito al terreno di gioco, all’ambiente e all’avversario.
Il gruppo conosce bene cosa ci aspetterà: il Bisceglie è una squadra molto difficile tra le mura di casa, dove tutti gli effettivi corrono e danno intensità, sapendo che per migliorare la classifica devono sfruttare al massimo i turni casalinghi”.
In realtà i dati oggettivi (5 punti conquistati su 12 a disposizione – ndr) parlano di un Bisceglie tutt’altro che irresistibile, tra le peggiori formazioni del momento e forse solo il Matera sarebbe potuto essere ancor più abbordabile.
Vandeputte potrebbe prendere direttamente il posto dello squalificato Pacilli, a cui è risultato fatale il cartellino giallo di Reggio Calabria, così quello di Sini ha portato l’ex-Roma in diffida.
A centrocampo, come detto, potrebbe cambiare qualcosa: dipenderà da come Calabro avrà valutato la prova del giovane Damiani, sostituito nella ripresa, e quella di Palermo, per capire cosa deciderà per la cabina di regia, con la possibilità dell’inserimento del bulgaro Tsonev.

DALLE ORE 14:15 “LIVE”, LA TEXTWEB DI BISCEGLIE-VITERBESE DEL NOSTRO GIORNALE

error: Content is protected !!