“QUANDO I BUOI” … ORA, PERO’, FATTI CONCRETI!

PRO PIACENZA ESCLUSO, MA BISOGNAVA FARLO PRIMA!

Il famoso detto popolare calza a pennello: era prima che si doveva evitare tutto quello che è successo ed escludere il Pro Piacenza dal campionato. Possiamo dire… meglio di niente!

Però non basta, ora bisogna prendere decisioni ancora più ferme, concrete, veloci, per evitare che il calcio di serie C continui ogni anno a presentare un conto di questo tipo, che disgusta i veri appassionati del calcio.

Innanzitutto al momento delle iscrizioni. Non sappiamo se la formula delle fideiussioni sia la più giusta – ci piacerebbero pareri di economisti bravi – ma quantomeno regolamentarla in modo ferreo: chi non è in regola non inizierà la stagione!

Da uomini della strada, da non competenti di economia, ci verrebbe da pensare che forse l’ideale sarebbe versare denaro fresco per la partecipazione al campionato e per i costi di gestione a copertura del bilancio di ogni società. Però, se ciò non è possibile, quantomeno che cambino i parametri fondamentali: o si richiedono minori impegni finanziari e previdenziali, o si fa in modo di essere certi che le società saranno davvero in grado di far fronte a tutti i pagamenti.

Eppoi, sotto il profilo tecnico, immediatamente la modifica del regolamento: mai un arbitro potrà dare inizio alla partita se non ci siano undici giocatori titolari in lista, i quali, se dovessero scendere a nove, decreterebbero l’automatica sconfitta a tavolino per 3-0.

Speriamo bene!

error: Content is protected !!