SENZA GIOCARE IL MIGLIOR SALTO IN CLASSIFICA…

E L’IMMOTIVATO ENTUSIASMO DELLA CAPOLISTA PER LO SFIORATO KO

Una delle tante anomalie, distonie, di questo campionato. E’ quello di una Viterbese che non gioca – vincendo a tavolino – e ottiene il miglior salto in classifica. Ci aveva provato tante volte, ad agganciare la zona playoff, ma non c0era mai riuscita: “riposandosi” in questa occasione è riuscita a fare il salto, seppur atterrando in compagni di altre due del pianerottolo e grazie al pari finale della Juve Stabia. Se avesse vinto la Cavese, come sarebbe stato possibile, sarebbero stati i Campani ad evitare questa opportunitò, che sicuramente dà ulteriore carica al gruppo atteso dalla Coppa Italia di dopodomani, oltre che dalla trasferta di campionato a Caserta.

La giornata di ieri, oltre a confermare l’inaffidabilità delle ambizioni di cosiddette grandi e della loro oggettiva discontinuità nei risultati, ha evidenxiato anche come molte interviste del dopo partita, oltre che inutili, pongano dei seri interrogativi. Prendiamo ad esempio le dichiarazioni dei giocatori della Juve Stabia, entusiasti per aver pareggiato in casa, su rigore e allo scadere, contro la Cavese, dopo aver seriamente rischiato il ko. Enfasi incomprensibile circa la presunta grande prestazione dei padroni di casa: ancor più per gli osservatori, attenti e competenti, qu7elli abituati alle vere imprese delle capoliste nel corso degli anni!

error: Content is protected !!