OGGI IN EDICOLA …

VITERBO – Viterbese, avanti con la Coppa! Uno degli obiettivi dichiarati del patron Camilli, infatti, fa un passo in avanti, dopo l’approdo in semifinale, grazie a quello strappo finale che ha cambiato, in pochi secondi, le sorti gialloblu.
Il bis dello scorso anno, quello della finale, a questo punto, sembra raggiungibile, dopo che la viterbese ha sfruttato al meglio le tre partite consecutive casalinghe per poter fare il grande salto in questa competizione. Di sicuro la squadra gialloblu ha mostrato carattere nelle tre sfide di Coppa Italia, in due occasioni recuperando una situazione non facile, come contro il Pisa, quando ha ribaltato, agli ultimi giri delle lancette del cronometro, una gara che sembrava compromessa.
“Una questione di attributi – è il pensiero del tecnico gialloblu Antonio Calabro – e lo abbiamo dimostrato più volte in questa stagione. I ragazzi sono stati straordinari, in una partita difficile. E quando un gruppo come questo insegue qualcosa con ostinazione, non c’è stanchezza che tenga”.
E’ stata una sfida anche molto tattica, con diverse mosse da una parte e dall’altra. Quelle di D’Angelo hanno lasciato un pò a desiderare, visto che togliere un Moscardelli – seppur stanco – ha tolto anche una preoccupazione ad una Viterbese sbilanciata in avanti alla ricerca del pareggio. Anche a centrocampo le sostituzioni hanno cambiato gli equilibri di un reparto in cui la Viterbese aveva stentato di più, decretando il successo dei cambi gialloblu. Bismarck (che ha potuto “digerire” le due precedenti sostituzioni all’intervallo – ndr) molto meglio di Luppi. Pacilli, anche lui deludente nelle ultime apparizioni, ha addirittura deciso l’accesso alla finale, alla stessa stregua di Molinaro, che gli ha confezionato l’assist. Tutto ciò, comunque, è la conferma dell’ottima rosa che Calabro si ritrova tra le mani.


error: Content is protected !!