OGGI IN EDICOLA…

VITERBO – La sconfitta non fa paura! L’anno scorso, d’altronde, la Viterbese iniziò addirittura con due insuccessi casalinghi nelle prime due giornate di campionato. Lascia, quindi, il tempo che trova, ma preoccupa la prestazione, la difesa arrendevole, un primo tempo praticamente regalato agli avversari, quel pizzico di nervosismo di troppo che ha portato diversi cartellini gialli, oltre al rosso rimediato da Baschirotto, che a Catania non ci sarà e che costringerà Lopez a ridisegnare di nuovo la linea del pacchetto arretrato, sperando di vederlo molto più roccioso di quanto non si sia visto contro il Picerno.

La sconfitta non fa paura perché nessuno aveva chiesto alla Viterbese di fare una corsa in testa e essersi ritrovata lassù è stato un fatto casuale, oltre che meritato. Adesso i Gialloblu possono rientrare nel proprio ruolo, che è quello di una buna formazione – se tutto funziona bene, se tutti danno il cento per cento della determinazione e del rendimento – che può togliersi delle belle soddisfazioni.

Molto dipenderà dai tempi di recupero di tutti gli ultimi arrivati, che non hanno ancora i novanta minuti nelle gambe, che siano in grado di mostrare di essere bravi, prima di essere giovani.

error: Content is protected !!