OGGI IN EDICOLA…

La gara è stata decisa dai gol del primo tempo, appannaggio di due ex del Frosinone, Volpe ed Errico. Errico era già stato tra i migliori in campo nelle ultime gare disputate: stavolta si è superato, anche perché Lopez (squalificato e sostituito in panchina da Niccolai – ndr) lo aveva schierato in una posizione in campo più congeniale alle sue indubbie qualità.
Assenze da una parte e dall’altra, solo che, in casa gialloblu, i sostituti si sono fatti valere, a cominciare dall’esordiente Bianchi sulla corsia di destra, oltre allo stesso Volpe, da cui nasce il vantaggio della Viterbese. Da un contropiede micidiale (lungo lancio di de Giorgi – ndr) l’attaccante (5’) infila – infatti – una difesa ospite troppo alta.
Il Catanzaro prova a reagire, ma non fa mai tremare davvero la Viterbese che, invece, mette il secondo mattone sulla costruzione del successo.
Errico (34’) se ne va sulla sinistra – dopo aver rubato palla a Maita – ed evita l’avversario che gli si pone di fronte: in diagonale batte il portiere sul secondo palo.
Altro gol di ottima fattura a cui si unisce pure quello, altrettanto bello, all’inizio della ripresa, del Catanzaro, che segna (2′) con un tiro al volo di De Risio sotto l’incrocio dei pali.
Sembra la possibile rimonta ospite, ma la Viterbese resiste e arriva fino al triplice fischio senza subire più, legittimando una vittoria sicuramente meritata, ancor più perchè ottenuta contro pronostico. Prosegue, di contro, la striscia negativa del Catanzaro a Viterbo, dove non ha mai vinto.

error: Content is protected !!