COSI L’ULTIMA VOLTA TRA VITERBESE E VIBONESE

ERA MARZO DEL 2019…

VITERBESE C. 2  VIBONESE 2

VITERBESE CASTRENSE (3-5-2): Valentini 5.5; Atanasov 6  Rinaldi 6 Coda 6 (14’ st Milillo sv); Zerbin 5.5 (14’ st De Giorgi 6) Damiani 6 Palermo 5.5 (1’ st Vandeputte 5.5) Tsonev 6 Mignanelli 6; Pacilli 5.5 (1’ st Bismark 6.5) Polidori 6.5 (42’ st Luppi sv). A disp.: Demba, Bertollini, Sparandeo, Del Prete, Molinaro, Coppola, Artioli. All. Calabro 6.

VIBONESE (3-4-2-1): Zaccagno 6; Maciucca 6 Malberti 5 Camilleri 5.5 (42’ st Franchino sv); Finizio (33’ st Prezioso sv) Obodo 7 Collodel 6 (31’ st Ciotti sv)   Scaccabarozzi 7; Melillo 5,5 (33’ st Taurino sv) Allegretti 6.5; Bubas 5 (1’ st Cani 6). A disp.: Mengoni, Tito, Donnarumma, Filogamo, D’Agostino, Silvestri, La Ragione, Buonocore. All. Orlandi 7.

ARBITRO: Carrione di Castellamare di Stabia 5.

Guardalinee: Spinelli e Piedipalumbo.

MARCATORI: 2’ st Polidori (VC), 17’ st Scaccabarozzi (V) , 27’ st Bismark (VC), 41’ st Obodo (rig.) (V).

AMMONITI: Finizio, Allegretti (V), Mignanelli, Milillo, Rinaldi (VC).

NOTE: Angoli 5-3 per la Viterbese. Spettatori 1300 circa, con rappresentanza ospite. Recuperi pt  1’ st 4’.

VITERBO – Per due volte in vantaggio e sempre raggiunta, la Viterbese, che deve accontentarsi di un punto per questo ritorno al “Rocchi” e in vista della serata di Coppa Italia di mercoledì prossimo.

Dopo un primo tempo decisamente non bello, la ripresa si è accesa e ha riservato molti colpi di scena, oltre alla già citata evoluzione delle segnature.

E si è infiammata da subito, visto che al primo affondo gialloblu – dopo l’intervallo – è arrivato il gol gialloblu, quello che ha temporaneamente sotto gli equilibri e ha reso la gara divertente. Da un traversone (2’) dalla sinistra, infatti, nasce il colpo di testa di Polidori, a incrociare, che spiazza il portiere avversario, oltre a buona parte della difesa immobile.

Sembra l’inizio della costruzione della vittoria gialloblu, invece gli ospiti reagiscono a raggiungono il pareggio (17’) su calcio di punizione. La vecchia conoscenza Scaccabarozzi, che a Viterbo ci aveva già giocato con le maglie del Renate e del Piacenza, scavalca la barriera, posando il pallone dalla parte di Valentini, il quale, però, ci arriva in ritardo. Entrambi gli allenatori, nel frattempo, avevano effettuato diverse sostituzioni. Una di queste è assai redditizia per la Viterbese, quando (27’) Bismark, uno dei nuovi entrati, sfrutta la nota fisicità e vince un duello, corpo a corpo, con il diretto avversario e mette dentro a fil di palo, alla sinistra del portiere.

Sembra fatta e invece ancora Scaccabarozzi e ancora il suo calcio di punizione che, stavolta (41’), s’infrange sulla barriera, con il fischio immediato dell’arbitro e le proteste dei padroni di casa. Sul dischetto va l’ottimo Obodo, che spiazza Valentini e ottiene un prezioso pareggio a Viterbo, anche considerando il cammino esterno non trascendentale dei Calabresi, che, in precedenza avevano raccolto assai meno della metà dei punti in classifica.

Per i Gialloblu di casa, invece, c’è subito da archiviare questa gara e pensare al Trapani e alla Coppa Italia.

error: Content is protected !!