PER I TANTI APPASSIONATI DELLA TUSCIA, L’APPUNTAMENTO PIU’ ATTESO…

….. QUELLO DEL MONDIALE DI CICLISMO

284 chilometri da Leeds ad Harrogate, cittadina dello Yorkshire a nord di Liverpool e Manchester e in cui anche il meteo farà la differenza. Vediamo nel dettaglio le insidie del percorso e gli orari televisivi. Si parte da Leeds per un tracciato in linea per i primi 97 chilometri, caratterizzati da due salite: il Cray di 6.6 chilometri all1.3% di media e all’8.9% di massima e il Butterbubs, 6 chilometri al 2.5% di media e all’11.7% di massima. Saranno due salite che se affrontate ad alta velocità potrebbe già creare una prima selezione in gruppo. Al chilometro 97 si entra invece nel circuito di Harrogate, lungo 13.8 chilometri da ripetere sette volte. Si tratta di un tracciato molto tecnico, con curve impegnative e adatto ai corridori abili nel guidare il mezzo. Non è tutta pianura però, ci saranno due strappetti. Il primo è in apertura di giro, il secondo, con pendenze più dure, è fissato a pochi chilometri dal traguardo. Finale con un tratto in discesa verso l’arrivo che avrà invece un rettilineo in leggera salita. Le previsioni meteo danno pioggia nella giornata di domenica, con temperature relativamente basse tra i 12 e i 14 gradi. Occhio dunque non solo a chi si trova meglio con il freddo ma soprattutto al possibile asfalto bagnato su un circuito tecnico. Il Mondiale potrebbe chiudersi dunque con una volata ristretta oppure con un attacco finale da parte di un finisseur. Per i bookmakers il favorito è il giovane olandese Mathieu Van der Poel, quotato a 3.30 da Snai, seguito da Peter Sagan a 5.50 e Julian Alaphilippe a 7. Per quanto riguarda l’Italia il capitano designato è Matteo Trentin, velocista ma capace di alte resistenze su tracciati di questo tipo, quotato a 26. Possibili protagonisti Gilbert con quota 12 e Lutsenko a 15.

error: Content is protected !!