LE GRANDI OCCASIONI: LA SAMPDORIA…

Ricordo il portiere Battara, Bob Vieri, Il difensore Corni E l’attaccante Cristin, uno dei tanti che, ancora oggi, non sa nascondere la nostalgia per un calcio diverso.
“Non ho mai discusso con un presidente per il contratto. Non c’era il procuratore: chiedevo al presidente quanto mi poteva dare ed ero contento di quello che mi dava. Quando sono arrivato a Genova mi hanno sistemato in una pensione in via Fieschi. Prendevo ventimila mila lire al mese. Erano due biglietti enormi da diecimila. Li andavo a prendere in sede, in via XX Settembre, li piegavo finché non diventavano piccoli come una figurina, li nascondevo sotto le scarpe per paura che me li rubassero”. 

error: Content is protected !!