TRIS DI VITTORIE PER LA STELLA

STELLA AZZURRA VT ORTOETRURIA 76:

Price 21, De Gregorio 13, Berto, Rogani 9, Navarra, Cecchini, Baldelli 4, Meroi 5, Pebole 2, Rubinetti 14, Piazzolla, Casanova 8; Coach Fanciullo; Ass.ti Cardoni e Capobianchi
ANZIO BASKET 51:

Campo 1, Cretella ne, D. D’Alfonso 3, M. D’Alfonso 15, Pecetta 7, Margio 4, Camillo 10, Ben Salem 3, Nardi 6, D. Deriu ne, S. Deriu ne, Hoxha 2; Coach D’Alessio; Ass.te Melchiorri
Parziali: 21-13/ 12-20/ 15-13/ 28-5
Rimbalzi: Price 15, Camillo 16
Partenza degli ospiti a rilento, ne approfitta prima la coppia Price-Rubinetti. Inizia a carburare l’attacco anziate grazie ai centimetri di Camillo e a qualche gita in lunetta, ma una bella tripla di Casanova riporta la Stella al +8 con cui si chiude il quarto (21-13).
Anzio perde per strada canestri facili per tornare a contatto e viene punita da una tripla di Meroi, ma il solito Camillo e una bomba del neo entrato D’Alfonso D. spingono Fanciullo al minuto di sospensione, preoccupato dal ritrovato entusiasmo avversario (24-22).
Neroniani che impattano grazie al positivo ingresso di Margio, ma qualche piccola disattenzione favorisce un nuovo allungo firmato da Pebole e ricucito da un Nardi ancora non pienamente in partita (31-30).
Finale di periodo caratterizzato da un paio di fischi contestati dagli ospiti, tuttavia ci pensa una tripla di Pecetta allo scadere a ristabilire la parità in vista degli ultimi 20 minuti (33-33, con percentuali non propriamente elevate da ambedue le parti).
Avvio di ripresa che assomiglia tremendamente al finale della frazione precedente con continui cambi di padrone. Pebole e Rubinetti siglano il +5, ma D’Alfonso M. non ci sta e con due triple in un amen riporta avanti i suoi, con la panchina di casa che si rifugia in un timeout (38-41).
Si rivela giusta la scelta di Fanciullo, complice un’Anzio che non trova più la via del canestro; ennesimo parziale di Price e compagni, arginato però dal finire in crescendo di D’Alfonso M. che rimanda ogni verdetto agli ultimi 10 e decisivi minuti (48-46).
Fischi a non finire portano le squadre a numerosi viaggi in lunetta, convertiti da Viterbo, ma non dagli ospiti che si innervosiscono dopo un antisportivo inventato ai danni di D’Alfonso M. con conseguente espulsione di D’Alfonso D. e tecnico alla panchina.  
Anzio prova a resistere con una tripla da otto metri di D’Alfonso M. e la zona imposta da D’Alessio, ma la Stella prosegue il cammino immacolato dalla linea della carità e gli anziati si sciolgono come neve al sole tra palle perse e forzature.
Le triple di Rubinetti e Rogani chiudono i conti, rendendo pesante il parziale finale per gli ospiti (76-51),  che non hanno saputo reagire all’allungo finale dei viterbesi, che ne approfittano con un perentorio 28-5 negli ultimi minuti.

error: Content is protected !!