AMARCORD. IL BEL CALCIO CONDIVISO CON ANGELO D’EZIO

L’ultima volta che lo avevamo visto era il 9 luglio 2017, quando fu felice di partecipare alla tappa civitavecchiese del libro QUANDO I CALCIATORI AVEVANO I BAFFI. Forse non stava già più bene, ma si sforzò di regalarci quel suo sorriso che avevano conosciuto negli anni ottanta, quando conoscemmo Angelo d’Ezio, che faceva l’allenatore e con cui condividemmo gran parte di quel calcio bello, che piaceva a me, giovane giornalista, e a lui, allenatore serio e competente. Alcune stagioni trionfali a Canino, Tolfa e Monteromano, tante altre piazze, l’amore per la sua Civitavecchiese, con cui ha collaborato a più riprese, ma dove ha faticato un pò ad essere profeta in patria. Ci è dispiaciuto solo non averlo saputo in tempo utile e non essere potuti essere a salutarlo per l’ultima volta sabato 3 novembre, nella chiesa San Francesco di Paola.

Caro Angelo, da lassù dai uno sguardo benevolo a quel calcio che ci piaceva tanto!

error: Content is protected !!