Era già  stato esonerato lo scorso anno, pur rimanendo ancora tesserato con la Viterbese, da cui ha ricevuto il secondo benservito.

Più volte le dichiarazioni del tecnico Lopez erano sembrate abbastanza incoerenti con l’effettiva qualità del gioco espresso in campo. Il continuo ripetere che se la poteva battere con chiunque, strideva con le difficoltà tattiche palesate da una squadra che aveva – opportunamente – approfittato di un mese di ottobre dal calendario assai facile per arrivare fino al sesto posto della classifica.
Se però si pensa che il sesto posto non è stato insidiato dalle concorrenti, nonostante il solo punto conquistato in due partite, si dovrebbe anche convenire che la concorrenza blanda, in questo momento e in quella fascia di graduatoria, ha aiutato molto il cammino gialloblu.
La partentesi della Coppa Italia, gestita così male, è stato un altro episodio che non è piaciuto a gran parte degli sportivi gialloblu e – ammesso che non sia stata una scelta della società, di cui, però, non ci sono tracce – ecco che rappresenta un altro errore non indifferenze. Insomma, di cose che non sono piaciute ce ne sono state diverse, anche la posizione di qualche giocatore, prima su tutte quella di Errico, sacrificato in un lavoro di copertura esterna, anche a Monopoli. Il ragazzo del Frosinone ha ottime doti, soprattutto offensive, ed è stato premiato dalla convocazione della selezione under 20, che affronterà “l’otto nazioni”.

error: Content is protected !!