IL PRESIDENTE ROMANO AFFRONTA L’EMERGENZA, MA PIANIFICA ANCHE IL POST-CORONAVIRUS

Il presidente Romano è impegnato ad affrontare l’emergenza – oltre che in ambito calcistico – pure con la sua azienda, chiedendosi, peraltro in che modo si possa richiedere la cassa integrazione per i dipendenti senza consulenti del lavoro e commercialisti, fermati dall’ultimo provvedimento del governo. Il suo proverbiale ottimismo, però, affiora anche in un momento così difficile, tanto è vero che sta già programmando l’attività societaria per il post-Coronavirus.

Un momento veramente duro, dal quale si spera di uscirne presto, anche se non sarà una cosa breve. Questa è la sensazione “ufficiosa” che aleggia in casa gialloblu, che non si discosta molto, poi, da ciò che si vive in città.
Tutti i Gialloblu rispettano le regole, ancor più dopo le ultime restrizioni. Tolti De Giorgi, Simonelli e Bianchi, tutti gli altri sono a Viterbo, arrangiandosi come possono nel cucinarsi, rispettando il piano alimentare che lo staff gialloblu ha predisposto. Continuano ad allenarsi a casa, cercando di passare il tempo e mantenere una condizione almeno presentabile, per quando sarà tutto finito.

 

error: Content is protected !!