L’emergenza sta cambiando tutto e tutti, fa venir meno anche gran parte della voglia di scherzare, togliendoci, tra l’altro, la gioia del classico articolo da “pesce d’aprile”.

Questo fu ciò che avremmo proposto se ci fosse stata la serenità  e l’allegria del pre-coronavirus.

Non tutti conoscono i passatempi dei giocatori della Viterbese. Tra quello più diffuso c’è la pittura e non a caso è stato scelto un “supervisore” d’eccezione, l’artista Alfonso Talotta, che segue il gruppo durante i loro momenti di svago con tavolozza e pennelli. Bensaja è tra i più assidui, anche se con il “color granata livornese” non è riuscito a tirar fuori molto, al punto di sostituirlo con un color arancione molto più evidente e confortante. (P.D’A.)

error: Content is protected !!