CDS

VITERBO – Il presidente Romano l’aveva “coccolata” fin dall’inizio, trattandola quasi come un gioiello di famiglia. Parliamo della Viterbese femminile, che non è stata di certo fortunata nel suo primo anno di vita. E’ stata tra le prime a fermarsi, in casa gialloblu, insieme a tutto il settore giovanile.
Tra le giocatrici più in vista c’è la ventitreenne Lucrezia Sabelli,capitolina, amante anche della pallavolo, con cui si è cimentata. E’ militare nell’Esercito, carriera intrapresa con grande convinzione. Ha scoperto la Viterbese tramite i social netORKW.
Sabelli, Cremona, Cicconi e le altre, hanno aderito all’iniziativa dei palleggi da casa, cercando di tirar fuori quel pizzico di allegria che spesso manca in questo momento di emergenza. La capitana Veronica Di Cerbo, invece, ne ha approfittato per proseguire nel suo percorso di riabilitazione dopo l’infortunio al ginocchio.
Chissà quando il presidente Romano potrà tornare a parlarne – con la nota fierezza – di questa “creatura” in rosa, una squadra allenata da Edoardo Artistico.

continua
error: Content is protected !!