CDS

VITERBO – Ieri si sarebbe giocata Viterbese-Ternana, se il calcio non si fosse fermato, stretto nella morsa dell’emergenza. Sarebbe stata una gara tra le più attese della stagione, vista la storica rivalità tra le due piazze. Ora non rimane altro da fare che immaginarlo, quell’incontro, unica “licenza” possibile. Squadra e dirigenza rimangono, nel frattempo, alla finestra, cercando di capire quali novità possano intravedersi all’orizzonte, se il campionato potrà continuare o se si dovrà cominciare già a pensare alla prossima stagione. I giocatori continuano ad allenarsi in casa, che è il minimo che si possa fare in questa situazione, anche se molto dipenderà dalla durata dello stop. A fronte di due o tre mesi di sosta, cioè, non sarebbe l’attività fisica quotidiana svolta in questo momento sufficiente per un ritorno alla normale esigenza agonistica. Ma ci sarà ancora tempo per pensare a questo, eventualmente. Il grosso del gruppo continua ad allenarsi a Viterbo, mentre De Giorgi a Lecce, Baschirotto in Veneto, Errico a Monterotondo e Vitali a Terni.

l’articolo completo sul CorSport di oggi…

error: Content is protected !!