E’ morto a Potenza, a causa del coronavirus, il mezzofondista Donato Sabia, di 56 anni, che è stato due volte finalista olimpico degli 800 metri, a Los Angeles 1984 e a Seul
1988, finendo quinto e settimo. Sabia, che vinse l’oro agli Europei indoor di Goteborg, negli 800, nel 1984, era presidente del comitato regionale della Basilicata della Fidal. Nei giorni scorsi, nell’ospedale di Potenza, era morto anche il padre.

M.B.

error: Content is protected !!