CDS

VITERBO – Marco Simonelli si allena tutti i giorni, nella sua casa romana, in zona Laurentina. Il classe 2000 gialloblu è il “cucciolo” di casa, come si addice al più piccolo della famiglia, con tre sorelle più grandi. E’ sereno, abbastanza fiducioso nel futuro, fiero di avere appena firmato un contratto triennale con la Viterbese.
– Marco, davvero una delle poche buone notizie di questo periodo di emergenza…
ORGOGLIO. “Già, una cosa bellissima, che mi riempie d’orgoglio. Ero arrivato a Viterbo da svincolato e giustamente la società ha voluto mettermi alla prova prima di impegnarsi. Evidentemente è rimasta contenta di me e questo contratto firmato penso sia la dimostrazione.”
– Sei stato il primo “millennium” nella storia della Viterbese. Che effetto ti ha fatto?
“Potrebbe essere solo un fatto anagrafico, però non nascondo che la cosa mi è piaciuta molto, soprattutto quel giorno in cui ho esordito. Era un periodo in cui pure il mio coetaneo Zanoli stava entrando in formazione: lui ha qualche mese più di me, quindi io sono il più piccolo della squadra. Il gruppo, però, non mi ha mai considerato un ragazzino, ma mi è stato sempre vicino con consigli e confronti di idee, come se fossi uno dei grandi.”

L’ARTICOLO COMPLETO SUL CORSPORT DI OGGI.

 

 

error: Content is protected !!