Sky Primafila: “Hammamet”

VISIONE GRATUITA PER GLI ABBONATI DI SKY CINEMA E SKY SPORT INSIEME.

All’inizio si ha l’impressione di un film molto pesante, poi la sensazione si alleggerisce e la visione comincia a scorrere, con la sorpresa della bravura di Favino, non tanto per un trucco totale, ma, ad esempio, per la voce, per la postura, per certi movimenti.

Abbiamo cercato di non farci condizionare dalla storia politica e dal dibattito tra le due fazioni, le due scuole di pensiero. Vederlo solo come una storia tradotta in cinema, Hammamet, un film in cui il protagonista non viene mai chiamato né “Bettino” né “Craxi” e in cui anche gli altri personaggi non sono mai del tutto reali. Si parla di un “Giudice” di Milano ma non lo si vede mai e mai si sente il suo nome; e Craxi a un certo punto viene visitato da un ospite – interpretato da Renato Carpentieri – che è chiaramente un politico, ma di cui non si dice il nome e nemmeno il partito. Insomma, sebbene qualcuno stia già provando a dire chi è. In Hammamet, è evidente, si possono trovare diversi parallelismi e il regista Amelio si è tenuto una certa libertà.

error: Content is protected !!