20 anni fa, lo scudetto della Lazio…

14 maggio 2000 – XXXIV giornata – ore 15.00

LAZIO: Ballotta, Pancaro (54′ Sensini), Negro, Couto, Favalli, Nedved, Simeone, Veron, Mancini (74′ Conceição), S.Inzaghi (65′ Almeyda), Salas. A disposizione: Concetti, Lombardo, Stankovic, Ravanelli. Allenatore: Eriksson.

REGGINA: Taibi, Oshadogan, Stovini, Giacchetta (51′ Possanzini), Cirillo, Brevi, Baronio (59′ Vargas), Morabito, Cozza (46′ Pirlo), Bogdani, Kallon. A disposizione: Belardi, Foglio, Bernini, Reggi. Allenatore: Colomba.

Arbitro: Sig. Borriello (Mantova).

Marcatori: 33′ Inzaghi (rig), 37′ Veron (rig), 59′ Simeone.

Note: giornata calda, terreno in perfette condizioni. Ammoniti: Fernando Couto per proteste, Giacchetta per gioco falloso, Brevi per fallo di mano. Angoli 6-1 per la Lazio. Recuperi: 1′ p.t., 1′ s.t.

Spettatori: 65.000 circa, con 2.500 tifosi ospiti. Intorno alle 17.00 sono stati aperti i varchi d’ingresso e moltissimi tifosi sono entrati nello stadio.

Una giornata indimenticabile, da batticuore, per tutti i tifosi biancocelesti. Alle ore 18.04, in seguito alla sconfitta della Juventus a Perugia per 1-0, la Lazio scavalca i bianconeri in classifica e vince lo Scudetto (il secondo della sua Storia) dopo un pomeriggio vissuto con fortissime emozioni. Nel testo che segue ripercorriamo quei momenti e anche quanto successo nei giorni immediatamente precedenti la partita.

error: Content is protected !!