AMARCORD. IL GESTO DELL’OMBRELLO DEL 16 MARZO…

Un gesto che scatenò il finimondo. Era il 16 marzo 1969: 50 anni fa il Palermo perse in casa 3-2 contro il Napoli. A segno andò anche Jose Altafini che rivolse alla curva Nord dello Stadio Favorita un gesto dell’ombrello che scatenò scontri e polemiche.

La partita si chiuse con un‘invasione di campo, scontri con la polizia (16 persone arrestate, 37 denunce) e la necessità di scortare l’arbitro Sbardella fuori dallo stadio in elicottero, dopo una partita in cui venne assegnato il rigore trasformato da Altafini (con esultanza della discordia) e negato un rigore a Troja nel finale. Il Napoli dovette salire sui blindati; Ferlaino, presidente dei partenopei, dovette uscire con un giubbotto antiproiettile e Altafini dovette persino mimetizzarsi indossando un cappello dei carabinieri. Episodi che costarono l0 0-2 a tavolino contro il Palermo, punito con due turni di squalifica del campo.

error: Content is protected !!