GABRIELA SABATINI, PERSONALITA’ E FASCINO…

Oltre ad essere stata una delle giocatrici più significative del tennis moderno e la più importante tennista argentina della storia, Gabriela Sabatini è stata una delle prime icone del tennis mondiale. Col suo carisma, il suo fascino e la sua personalità ha contribuito notevolmente a migliorare l’appeal del tennis femminile. Pur non essendo stata la giocatrice più vincente della sua generazione, è stata forse la più amata e non solo in Italia. Più umana rispetto alla problematica perfezione di Graf, più talentuosa dell’altra grande rivale dell’epoca Arantxa Sanchez. Vista da fuori appariva solare, emanava simpatia più della quasi totalità delle colleghe. Le quali hanno sempre avuto una certa predilezione per quel suo modo naturale di essere timida, riservata ma allo stesso tempo amichevole. Racconta Monica Seles che Sabatini fu l’unica a starle vicino dopo il brutto episodio dell’accoltellamento ad Amburgo. Di fatto mentre tutte le tenniste votarono contro il congelamento della classifica dell’ex jugoslava, Gabriela fu la sola a non dichiararsi favorevole.

A ulteriore testimonianza del suo legame con il Bel Paese, dopo il ritiro Gabriela ottiene, insieme al fratello e al padre la cittadinanza italiana. Suo nonno David, infatti, emigrò in Argentina dalla natia Potenza Picena, trasmettendo il proprio sangue alla discendenza e ora anche il passaporto. Nella sua seconda vita Gabriela ha creato una propria linea di profumi. Tuttora in attività, l’azienda vende i suoi prodotti in tutto il mondo sfruttando il nome Sabatini come un brand ancora notevolmente attraente. L’ex campionessa ha avuto, inoltre, l’onore di dare il suo nome ad una rosa dal caratteristico colore arancio scuro, ed è stata immortalata nelle vesti di una bambola da una nota industria americana di giocattoli.

error: Content is protected !!