IL 27 MAGGIO DELLA COPPA DEI CAMPIONI DELL’INTER, AL “PRATER” DI VIENNA…

A Vienna, nella magica cornice del Prater, l’Inter affronta la storia. Sulle gradinate, ci sono ventimila italiani, protagonisti di una delle prime “migrazioni di massa” del pallone. Helenio Herrera azzecca tutte le mosse: Tagnin francobolla Di Stefano, alla sua ultima partita in maglia bianca, Guarneri morde i garretti di Puskas, Facchetti blocca Amando, Burgnich spegne la velocità di Gento e in più Suarez arretra occupandosi di Felo. Bloccati gli uomini chiave, non mancano i campioni del gol: Mazzola con una doppietta strepitosa e Milani con l’acuto finale suggellano il risultato. Suarez, ex Barcellona, si prende la rivincita sui rivali di sempre, proprio come Herrera, che vide la propria stella tramontare in Catalogna dopo l’eliminazione patita nel 1960 contro il Real Madrid in semifinale.

La finale di Vienna consacra definitivamente la stella di Sandro Mazzola, che si libera dell’etichetta di figlio del grande Valentino e prende a brillare di luce propria. A 14 anni è entrato nel vivaio dell’Inter e a 19 ha debuttato in prima squadra, segnando su rigore, nella partita contro la Juventus in cui Moratti, per protesta, aveva mandato in campo la Primavera. Sandrino, non ancora ventenne, diventa titolare inamovibile nella stagione del primo scudetto della Grande Inter e anzi il suo ingresso in pianta stabile in luogo di Maschio dà la svolta al campionato.  


IL TABELLONE DELLA COPPA CAMPIONI 1963/64

Primo Turno

Everton – Internazionale 0-1 (0-0; 0-1)
Monaco – AEK Atene 8-3 (7-2; 1-1)
Haka – Jeunesse Esch 4-5 (4-1; 0-4)
Partizan – Anorthosis 6-1 (3-0; 3-1)
Górnik Zabrze – Austria Vienna 1-1 (1-0; 0-1; 2-1 spareggio)
Dukla Praga – Valletta 8-0 (6-0; 2-0)
Lisburn Distillery – Benfica 3-8 (3-3; 0-5)
Lyn Oslo – Borussia Dortmund 3-7 (2-4; 1-3)
Dundalk – Zurigo 2-4 (0-3; 2-1)
Galatasaray – Ferencváros 4-2 (4-0; 0-2)
Partizani Tirana – Spartak Plovdiv 2-3 (1-0; 1-3)
Esbjerg – PSV 4-11 (3-4; 1-7)
Standard Liegi – IFK Norrköping 1-2 (1-0; 0-2)
Dinamo Bucarest – Motor Jena 3-0 (2-0; 1-0)
Rangers – Real Madrid 0-7 (0-1; 0-6)

Ottavi di Finale

Górnik Zabrze – Dukla Praga 3-4 (2-0; 1-4)
Benfica – Borussia Dortmund 2-6 (2-1; 0-5)
Jeunesse Esch – Partizan 4-7 (2-1; 2-6)
Internazionale – Monaco 4-1 (1-0; 3-1)
Spartak Plovdiv – PSV 0-1 (0-1; 0-0)
Zurigo – Galatasaray 2-2 (2-0; 0-2; 2-2 lancio moneta)
Dinamo Bucarest – Real Madrid 4-8 (1-3; 3-5)
IFK Norrköping – AC Milan 3-6 (1-1; 2-5)

Quarti di Finale

Dukla Praga – Borussia Dortmund 3-5 (0-4; 3-1)
Partizan – Internazionale 1-4 (0-2; 1-2)
PSV – Zurigo 2-3 (1-0; 1-3)
Real Madrid – AC Milan 4-3 (4-1; 0-2)

Semifinali

Borussia Dortmund – Internazionale 2-4 (2-2; 0-2)
Zurigo – Real Madrid 1-8 (1-2; 0-6)

Finale

Prater Stadium, Vienna, 27 mggio 1964
INTERNAZIONALE – REAL MADRID 3-1
Reti: 43′ Mazzola 1-0, 61′ Milani 2-0, 70′ Felo 2-1, 76′ Mazzola 3-1
INTERNAZIONALE: Sarti; Burgnich, Guarneri, Facchetti; Tagnin, Picchi; Jair, Mazzola, Milani,
Suarez, Corso CT: Helenio Herrera
REAL MADRID: Araquistain; Casado, Santamaría, Miera; Felo, Pachin; Tejada, Del Sol,
Di Stéfano, Puskás, Gento CT: Miguel Muñoz
Arbitro: Stoll (Austria)

CLASSIFICA MARCATORI

Gol Marcatore Squadra
7  Vladica Kovačević  Partizan
7  Sandro Mazzola Inter
7  Ferenc Puskás Real Madrid
6  Franz Brungs Bor. Dortmund
6  Reinhold Wosab Bor. Dortmund
5  Alfredo Di Stéfano Real Madrid
5  Josef Jelinek Dukla Praga
5  Rudolf Kučera Dukla Praga
5  Pierre Kerkhoffs PSV
5  Metin Oktay Galatasaray
error: Content is protected !!