Speciale Cinema, le nostre recensioni

A MANO DISARMATA

Un buon film, scritto bene e realizzato altrettanto bene, in cui s’intrecciano bene fatti di cronaca oggettivi e momenti di vita dello spirito umano, con tutte le sue paure, le fragilità, ma anche il coraggio dimostrato dalla protagonista. E’ la storia di una giornalista che ha sfidato la malavita, La storia di Federica Angeli, una giornalista di cronaca del quotidiano la Repubblica. Nata e cresciuta ad Ostia, non ne può più di assistere ai soprusi che la mafia locale, capitanata dalla famiglia Costa, infligge ai suoi concittadini, e decide di applicare la sua competenza in materia di giornalismo d’inchiesta ad un’indagine sulla criminalità organizzata lungo il litorale romano.

Le minacce non tardano ad arrivare, a Federica come alla sua famiglia: il marito Massimo, i tre figli, la sorella, la madre. La giornalista viene messa sotto scorta e la sua vita si trasforma: lei che era abituata alla libertà e all’indipendenza si ritrova a dover rispondere di ogni suo movimento e a dover temere gli attacchi dei Costa e dei loro affiliati.

error: Content is protected !!