SIBILIA: “PREZIOSO AVER GIOCATO CON PEPITO ROSSI E PANDEV!”

“Giocavo nella rappresentativa giovanile dell mia regione e quindi facemmo dei tornei e le finali di categoria, anche contro la Liguria. So che mi segnalarono alcuni osservatori, sia del Genoa che dell’Entella. Arrivò la chiamata del Genoa e fu meravigliosa, quattro stagioni in cui ho veramente imparato ad amare ancora di più questo sport, con maestri come Stellini e Sabatini, quest’ultimo fratello del famoso direttore sportivo. Mi sono spesso allenato con giocatori come Perin, Petito Rossi, Pandev, tutta gente che, solo a guardarla, impari qualcosa. Ho avuto anche la gioia di disputare una amichevole, contro gli svizzeri del Sion, un ricordo che conservo gelosamente. Poi ad Albissola sono stato molto bene, in un girone con grandi piazze, stadi belli, quasi sempre pieni. Una esperienza importane per un giovane, così come quella di Viterbo, dove ho trovato spazio e dove stavo disputando una buona stagione, fino al momento dell’infortunio. Sono sempre stato un play, il cosiddetto uomo d’ordine a centrocampo. Devo dire che di solito i giovani faticano un po’ ad imporsi, perché le società preferiscono gente esperta in quella posizione del campo. A me è andata bene, perché all’Albissola ho subito trovato spazio e anche a Viterbo”.
(estratto dal Corriere dello Sport del 30/5/20)

error: Content is protected !!