OGGI LA “FESTA DELLA REPUBBLICA”, DIVERSA DA QUELLA DI UNA VOLTA. E NON SOLTANTO PER IL CORONAVIRUS….

Era un giorno bello, spensierato, a tratti emozionanti. Era il patrimonio interiore di tanti giovani che lo vivevano con orgoglio. Chi non era di Roma, prima o poi, una volta ci andava a Via dei Fori Imperiali per la parata militare. Gli altri, spesso, la seguivano in diretta tv. Un giorno sentito, così come quello del quattro novembre, quando si aprivano le porte delle caserme e tanti giovani venivano fatti salire su camion e autobus verdi-mimetizzati e accompagnati per le visite nei vari settori e reparti delle caserme. Ora non è più esattamente così e neanche la Festa della Repubblica odierna lo sarà. E non soltanto per il coronavirus.

Festa della Repubblica Italiana del 2 giugno 2020, un bel po’ diversa – quindi, da quella degli anni passati, in un momento particolare e difficile da cui si cerca di uscire.  La Repubblica Italiana compie 74 anni. Un compleanno che cade in un momento particolarmente duro per il nostro Paese, colpito nei mesi scorsi, profondamente ferite. E per evitare di ripiombare nell’incubo, quest’anno le celebrazioni saranno  virtuali o, in alcuni casi, improntate alla massima sobrietà.

error: Content is protected !!