OGGI IN EDICOLA. LA VITERBESE TRA PASSATO E FUTURO CON “50 GIALLOBLU”…

VITERBO – “A egregie cose il forte animo accendono”, come direbbe il sommo Foscolo. Un po’ quello che deve aver provato il presidente gialloblu Romano riascoltando la voce, e le gesta, dei protagonisti delle vittorie di cinquant’anni fa. Alla fine si fa sfuggire un “voglio portare la Viterbese in serie B”, che sarebbe davvero un ottimo viatico per il calcio moderno che ripartirà prossimamente. Romano ha accettato volentieri il confronto tra due generazioni diverse e si è immerso nell’atmosfera del passato.
E’ rimasto particolarmente soddisfatto dalla maglia ricevuta, una riproposizione di quella indossata dalla Viterbese in occasione dell’ultima gara – quella di Anzio – del campionato di serie D vinto nel 1969/70.
“Che cosa vorrei “rubare” a questi mitici calciatori e trasferirlo nei miei ragazzi? Sicuramente i valori – ha detto Romano – che molto spesso si perdono di vista o non vengono approcciati con la giusta importanza. Questa era gente che sudava, spesso giocava e lavorava anche, che ha saputo farsi amare dalla gente. Io spero però che anche la generazione moderna dei nostri supporters sia sempre migliore e mi ha fatto molto piacere la dimostrazione “coreografica” attuata ieri l’altro allo stadio, per celebrare la nuova denominazione “U.S. Viterbese 1908. Abbiamo dato appuntamento a questi giocatori del passato per una passerella allo stadio quando tornerà la normalità e si potrà tornare a giocare a porte aperte”.
(L’ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DELLO SPORT DI OGGI)

error: Content is protected !!