OGGI IN EDICOLA. L’INTERVISTA A TOUNKARA SUL CORSPORT …

VITERBO – E’ molto simpatico, sereno e loquace, quando si incontra in un momento di relax, a tavola, insieme al presidente Romano e al team manager Ursini. E’ Mamadou “Mama”Tounkara, attaccante dalle grandi potenzialità, che ora aspetta la prossima stagione per poterle dimostrare fino in fond. Il “Coronavirus” che ha fermato il calcio, ha frenato anche la sua rincorsa verso la doppia cifra, verso un bottino personale che sembrava poter assumere dimensioni rilevanti dopo lo soppiantante avvio, soprattutto dopo la vittoria di Bari. Ha solo 24 anni, un’età in cui può davvero concedersi nuovi obiettivi, dopo le chances che ha avuto da giovanissimo.
– “Mama”, ripensi ancora ai tempi in cui sei arrivato. insieme a Keita, dal Barcellona alla Lazio? Eri carico di speranze?
“Mai guardare troppo indietro per alimentare rimpianti. Certo, le mie speranze le avevo, ma ora voglio provare a vivere un altro sogno, un sogno diverso”-
– Ti impegnerai maggiormente per la continuità nella prossima stagione,magari mettendo da parte la tua esuberanza?
“Continuo a pensare che il “Coronavirus” abbia pregiudicato la mia stagione. Di sicuro avrei fatto di più! Sono carico e non vedo l’ora di ricominciare, per provare a portare la squadra dove si merita”.
– Alla recente giornata “50 Gialloblu”, alcune delle vecchie glorie della Viterbese ti hanno dato molti consigli. La cosa ti ha infastidito o ti ha inorgoglito?
“Sono stato molto felice e ho accettato volentieri i loro consigli. Posso essere un figlio per loro: hanno tanta esperienza, conoscono la vita per averla affrontata prima di me”.

(L’ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DELLO SPORT DI OGGI)

error: Content is protected !!